Il trionfo dei Måneskin a Sanremo dal punto di vista di un ascoltatoreAlzi la mano chi stanotte è rimasto stupito dal risultato finale del Festival di Sanremo 2021. Non posso negarlo, prima del Festival ero sicuro che i Måneskin avrebbero vinto ma fin dalla prima sera questa mia certezza è stata messa in dubbio, non solo dalla classifica ma anche dalla quantità di rock presente nel pezzo dei ragazzi.

Questo perché il rock in Italia era dato per morto e forse nella dimensione dei Måneskin non è neanche mai esistito. In una scena musicale dominata dal pop chiamato indie, di cui il Festival di Sanremo è stato un quadro perfetto, veder trionfare le chitarre distorte, la voce graffiante sostenuta da un riff graffiante e dalla cassa dritta, mi ha aperto il cuore.

Lo ammetto io tifavo per Willie Peyote (a cui è andato il premio della critica), perché insieme al Lo Stato Sociale sono stati gli unici a portate un messaggio in questo momento in cui è evidente più che mai quanto l’arte sia sottostimata, non supportata e malconsiderata dalle istituzioni.

Ovviamente cosciente che i miei desideri non sarebbero stati esauditi questo è il miglior risultato che mai avrei potuto immaginare. Non solo perché riuscire a non steccare interamente le proprie canzoni non è più richiesto (vedi le “défaillance” di più di un BIG), non solo perché i testi sono largamente banali e le musiche tutte troppo simili (quanti brani del festival ha prodotto Dardust?). Ma soprattutto perché questo significa che non ci siamo ancora uniformati sotto un unico genere dominante, ma che se suonata con il cuore e con la propria autenticità anche una canzone di un genere mai considerato in Italia può far battere il cuore di questo Paese.

Di seguito per dovere di cronaca vi riporto la classifica finale della 71 esima edizione del Festival di Sanremo 😉

1. MåneskinZitti e buoni

2. Fedez e Francesca MichielinChiamami per nome

3. Ermal MetaUn milione di cose da dirti

4. Colapesce e Dimartino – Musica leggerissima

5. Irama – La genesi del tuo colore

6. Willie Peyote – Mai dire mai (La locura)

7. Annalisa – Dieci

8. Madame – Voce

9. Orietta Berti – Quando ti sei innamorato

10. Arisa – Potevi fare di più

11. La rappresentante di lista – Amare

12. Extraliscio e Davide Toffolo – Bianca luce nera

13. Lo Stato Sociale – Combat Pop

14. Noemi – Glicine

15. Malika AyakeTi piaci così

16. FulminacciSanta Marinella

17. Max Gazzé – Il farmacista

18. Fasma – Parlami

19. GaiaCuore amaro

20. Coma Cose – Fiamme negli occhi

21. GhemonMomento perfetto

22. Francesco RengaQuando trovo te

23. Gio Evan – Arnica

24. Bugo – E invece sì

25. AielloOra

26. Random – Torno a te