Trama, trailer e recensione di “Povere Creature!” il film Searchlight Pictures di Yorgos Lanthimos, vincitore di due Golden Globe® come Miglior film musical o comedy e Miglior attrice in un film musical o comedy (Emma Stone). Dal 25 gennaio nelle sale italiane, distribuito da The Walt Disney Company Italia

Povere creature recensione

Emma Stone in Povere Creature!. Photo Courtesy of Searchight Pictures.© 2023 Searchlight Pictures All Rights Reserved.

Dal regista Yorgos Lanthimos e dalla produttrice Emma Stone arriva il 25 gennaio al cinema “Povere Creature!”, l’incredibile storia e la fantastica evoluzione di Bella Baxter (Emma Stone), una giovane donna riportata in vita dal brillante e poco ortodosso scienziato Dr. Godwin Baxter (Willem Dafoe).

Sotto la protezione di Baxter, Bella è desiderosa di imparare. Affamata della mondanità che le manca, Bella fugge con Duncan Wedderburn (Mark Ruffalo), un abile e dissoluto avvocato, in una travolgente avventura attraverso i continenti. Libera dai pregiudizi del suo tempo, Bella è sempre più decisa nel suo proposito di difendere l’uguaglianza e l’emancipazione.

IL CAST

Completano lo straordinario cast il vincitore del Golden Globe® Ramy Youssef (Ramy, Mr. Robot), Christopher Abbott (Black Bear, Possessor), il vincitore del Primetime Emmy® Award Jerrod Carmichael (The Carmichael Show), Hanna Schygulla (Ai confini del paradiso), Kathryn Hunter (Macbeth) e la candidata al Primetime Emmy® Award Margaret Qualley (C’era una volta a… Hollywood, Maid).

Povere creature recensione

Willem Dafoe in POOR THINGS. Photo by Atsushi Nishijima Courtesy of Searchlight Pictures. © 2023 20th Century Studios All Rights Reserved.

Ad impreziosire ulteriormente il capolavoro cinematografico di Lanthimos hanno concorso il direttore della fotografia, candidato all’Oscar®, Robbie Ryan, BSC, ISC (La favorita, C’mon C’mon), gli scenografi James Price (Judy) e Shona Heath, i costumi di Holly Waddington (Lady Macbeth, War Horse), e le acconciature e il trucco prostetico della candidata all’Oscar® Nadia Stacey (La favorita, Crudelia). La colonna sonora originale composta da Jerskin Fendrix, il montatore, candidato all’Oscar®, Yorgos Mavropsaridis, ACE (La favorita, The Lobster) e la set decorator Zsuzsa Mihalek (La talpa).

TRAILER

Insignito anche del Leone d’Oro alla 80ª Mostra del Cinema di Venezia, “Povere Creature!” è una vera e propria opera d’arte del regista greco Yorgos Lanthimos, basato sul romanzo omonimo di Alasdair Gray del 1992. Romanzo di cui il regista e lo sceneggiatore McNamara hanno voluto esplorare il punto di vista di Bella, liberandosi dai temi più di nicchia. Infatti la storia si sviluppa come un affascinante racconto di formazione ambientato in una versione distopica dei Grand Tour aristocratici, che offre una narrazione visionaria e fantastica, seguendo l’evoluzione di Bella Baxter, una giovane donna riportata in vita da uno scienziato. A interpretare magistralmente Bella troviamo una spettacolare Emma Stone, che da vita a una donna audace che vive la sua epopea personale di libertà e gioia, sfidando pregiudizi e convenzioni. Il film esplora il tema del sesso come strumento di potere e controllo, con Bella che si ribella contro gli uomini desiderosi di sottometterla.

Povere creature recensione

Emma Stone and Mark Ruffalo in POOR THINGS. Photo by Atsushi Nishijima. Courtesy of Searchlight Pictures. © 2023 20th Century Studios All Rights Reserved.

Il personaggio di Bella, una sorta di Anti Justine cinematografica, si distingue per godere senza vergogna della sua sessualità, conducendo con determinazione le proprie scelte, anche nell’esercizio della professione più antica del mondo. Il personaggio diventa così un’eroina moderna, rappresentando una visione contemporanea della sessualità femminile. Tema a cui fa da contraltare una satira feroce sugli uomini, che esplora il modo in cui vedono le donne e la pressione che esercitano su di loro. McNamara evidenzia il legame della storia con le questioni sociali attuali, offrendo una prospettiva critica sulla patriarcalità attraverso gli occhi di Bella.

Un’opera che, insomma, offre spunti di riflessione e allo stesso tempo un’esperienza visiva straordinaria, con suggestioni steampunk, atmosfere vittoriane e influenze surrealiste, creando un florilegio di immagini e suoni che cattura l’attenzione dello spettatore. La regia audace e profonda di Lanthimos riconferma il suo estro e la sua poetica. Insomma “Povere Creature!” è un consiglio imperdibile per chiunque desideri immergersi in un’opera d’arte straordinaria e fuori dagli schemi, testimone dell’eccellenza cinematografica del regista greco e che non mancherà di lasciare un’impronta duratura nello spettatore.