Importante poker di riconoscimenti per il sudcoreano Parasite agli Oscar 2020: miglior sceneggiatura, miglior film internazionale, miglior regia, e miglior film. Conferme piacevoli per i premi come miglior attori andati a Joaquin Phoenix, Renée Zellweger, Laura Dern e Brad Pitt

Oscar 2020 il poker d'oro di Parasite e gli altri vincitoriQuesta notte al Dolby Theater di Los Angeles, in una cerimonia di premiazione degli Oscar 2020 senza presentatore ufficiale, ma con i divi del cinema a consegnare le statuette, l’Academy ha riscritto la storia del cinema con un finale a sorpresa. Infatti il riconoscimento più importante, miglior film, è stato assegnato per la prima volta a un film non in lingua inglese: il sudcoreano Parasite. Pellicola che, in barba ai blasonatissimi concorrenti con cui era in nomination, si è aggiudicata anche i premi per la miglior sceneggiatura, il miglior film internazionale e la miglior regia.

A consegnare il premio a tutto il cast di Parasite la splendida Jane Fonda, a cui è andata la standing ovation di tutto il pubblico del Dlby Theater. Oltre a lei le consegne delle statuette hanno visto una lunga lista di super star, da Spike Lee, in smoking viola e giallo in omaggio al campione dei Lakers Kobe Bryant e alla figlia Gianna.

A Natalie Portman che ha voluto indossare una cappa con ricamati i nomi delle registe che non hanno ricevuto nomination agli Oscar 2020. Ma a parte questo la serata è filata liscia con momenti emozionanti e tanta musica a partire da Elton John e Idina Menzel, voce originale di Elsa di Frozen, che hanno aperto la serata.

Oscar 2020 il poker d'oro di Parasite e gli altri vincitoriLa Menzel è poi tornata sul palco con un altro bellissimo momento di musica insieme alle tante altre Elsa dei doppiaggi internazionali per cantare Into the unknown, canzone tratta da Frozen II e candidata agli Oscar. All’appello mancava solo la nostra Serena Autieri. Un vero peccato perché, così, ci sarebbe potuto essere anche un pezzettino d’Italia alla notte degli Oscar 2020. Anche se a proposito di musica in Parasite c’è In ginocchio da te.

Nessuna sorpresa per quanto riguarda i premi per gli attori che, secondo previsione, sono andati a Joaquin Phoenix (miglior attore per Joker), Renée Zellweger (miglior attrice per Judy), Laura Dern (migliore attrice non protagonista per Marriage story) e Brad Pitt (miglior attore non protagonista per C’era una volta a… Hollywood).

@photo by Greg Williams

Il grande sconfitto di questa edizione degli Academy Awards è senza alcun dubbio Martin Scorsese e il suo The Irishman, che nonostante le nomination non è riuscito ad aggiudicarsi neanche una statuetta.

Mentre per l’animazione l’Oscar è andato a Toy Story 4 e a Hair Love quello per il miglior cortometraggio animato. Premio, quest’ultimo, dedicato a Kobe Bryant “con la speranza che – come affermato da Bruce W. Smith, uno dei registi – tutti possiamo avere una seconda chance come lui”.

Ma veniamo ora alla lista completa dei premi assegnati divisi per categoria.

OSCAR 2020

Miglior film

  • Parasite

Miglior regia

  • Bong Joon-ho (Parasite)

Miglior attore non protagonista

  • Brad Pitt (C’era una volta a Hollywood)

Miglior attrice non protagonista

  • Laura Dern (Marriage story)

Miglior attore protagonista

  • Joaquin Phoenix (Joker)

Miglior attrice protagonista

  • Renee Zellweger (Judy)

Miglior film internazionale

  • Parasite (Corea del sud)

Miglior sceneggiatura originale

  • Bong Joon-ho (Parasite)

Miglior sceneggiatura non originale

Miglior colonna sonora

  • Hildur Guðnadottir (Joker)

Miglior film d’animazione

Miglior documentario

  • American Factory

Miglior fotografia

  • Roger Deakins (1917)

Miglior montaggio

  • Le Mans ‘66 – La grande Sfida

Miglior canzone originale

Miglior trucco e acconciatura

  • Bombshell

Migliori costumi

Miglior scenografia

  • C’era una volta a… Hollywood

Migliori effetti visivi

  • 1917

Miglior sonoro

  • 1917

Miglior montaggio audio

  • Le Mans ‘66 – La grande sfida

Cortometraggio animato

  • Hair Love

Cortometraggio live action

  • The Neighbors’ Window

Cortometraggio documentario

  • Learning to Skateboard in a War Zone for a Girl