I film d’amore più romantici del 2017? Ecco ben 10 titoli consigliati dalla bravissima Eva Carducci giornalista freelance appassionata di cinema

film d'amoreSe siete in cerca del film d’amore che renda perfetta la vostra serata romantica, o che vi aiuti ad affogare i dispiaceri in un secchiello di gelato e montagne di fazzoletti, o semplicemente siete degli inguaribili romantici, ecco ben 11 titoli di film usciti quest’anno consigliati appositamente per voi dalla bravissima giornalista freelance con una grande passione per il cinema: Eva Carducci.

  1. La La Land diretto da Damien Chazelle con Ryan Gosling (Sebastian Wilder) e Emma Stone (Mia Dolan)
    film d'amoreLa trama: ambientato nella sognante Los Angeles, il film racconta l’intensa e altalenante storia d’amore tra un musicista jazz, che sbarca il lunario suonando nei piano bar e un’aspirante attrice, che tra un provino e l’altro fa la cameriera nel bar degli Studi di Hollywood. Due sognatori tra cui, dopo alcuni incontri fortuiti, scatterà una scintilla animata dalle aspirazioni comuni, il sostegno reciproco e il ritrovarsi entrambi ad inseguire i propri sogni. Sogni che rappresenteranno proprio la minaccia più grande per il loro amore.
  2. Loving diretto da Jeff Nichols, con Ruth Negga (Mildred Loving)e Joel Edgerton (Richard Loving)
    film d'amore La trama: Basato su una storia vera e ambientato nell’Americana degli anni ’50 il film tratta l’argomento del matrimonio misto attraverso la storia d’amore tra Mildred di pelle nera e il bianco Richard Loving. I due una volta sposati decidono di stabilirsi in Virgina, dove proprio per aver contratto un matrimonio misto, vengono condannati alla reclusione, con la possibilità di sospendergli la pena solo a condizione che abbandonino lo Stato. Ma i due decisi a far valere i loro diritti civili, iniziano una lunga e dura battaglia legale, fino alla Corte Suprema degli Stati Uniti che finalmente nel 1967 annulla la condanna della Virginia, facendo diventare la sentenza “Loving contro Virginia” il simbolo del diritto di amare senza nessun tipo di distinzione.
  3. 2Night diretto da Ivan Silvestrini, con Matilde Gioli e Matteo Martari
    La trama: Due trentenni si incontrano in un locale trendy di Roma e scatta subito la scintilla al punto che decidono di passare la notte insieme. Ma trovare parcheggio nel quartiere romano del Pigneto si dimostra un’impresa impossibile, così i due sono costretti a vagare in macchina per ore, finendo per trasformare una probabile notte da “una botta e via”, in una notte di confessioni e scommesse.
  4. La Bella e la Bestia diretto da Bill Condon con Emma Watson (Belle) e Dan Stevens (Principe / Bestia)
    La trama: rivisitazione live-action dell’indimenticabile classico d’animazione Disney del 1991 ispirato alla celebre fiaba La Bella e la Bestia riporta sul grande schermo la storia della giovane Belle, corteggiata dal perfido Gaston, miglior partito del paesino in cui vive insieme a suo padre a cui è molto legata. Quando quest’ultimo viene fatto prigioniero nel castello di una misteriosa bestia dalle sembianze umane, Belle si offre di prendere il suo posto. Qui conoscerà gli abitanti fatati del castello e scoprirà che insieme alla Bestia, un tempo il Principe del maniero, sono tutti vittima della maledizione di una maga, che potrà essere spezzata solo dall’amore puro di una donna per la Bestia.
  5. The Big Sick – Il matrimonio si può evitare… l’amore no diretto da Michael Showalter con con Kumail Nanjiani (se stesso) e Zoe Kazan (Emily Gardner)
    La trama: commedia romantica basata sulla sceneggiatura scritta a quattro mani da Kumail Nanjiani (anche attore protagonista) ed Emily V.Gordon, racconta la vera storia del loro primo incontro. Kumail (Nanjiani) è un attore comico che durante uno dei suoi spettacoli serali, rimane colpito a tal punto dalla bella Emily Gardner (Zoe Kazan), presente tra il pubblico, che alla fine dello show le chiede di uscire. Tra i due nasce un’appassionata storia d’amore, avversata però dai pregiudizi delle rispettive famiglie. Tipica famiglia pakistano-musulmana legata alle tradizioni, compresa quella del matrimonio combinato, la famiglia di lui, formata da due genitori cinquantenni cinici e disillusi quella di lei. Ma una grave malattia che colpirà la ragazza darà a Kumail il coraggio di ribellarsi alle imposizioni familiari e di tentare a conquistare la fiducia dei genitori di Emily. 
  6. Noi Siamo Tutto diretto da Stella Meghie, con Amandla Stenberg (Maddy) e Nick Robinson (Olly)
    La trama: Maddy è un’adolescente che a causa di una rara malattia che le ha distrutto il sistema immunitario è costretta in casa da 17 anni senza alcuna possibilità di avere una vita normale. Un giorno dalla sua finestra chiusa la ragazza vede arrivare nella sua via un camion dei traslochi da cui vede scendere per la prima volta Olly, nuovo vicino. I loro sguardi si incrociano e inizia così una storia d’amore irta di problemi costretta ad affrontare già sul nascere ostacoli all’apparenza insormontabili.
  7. 40 sono i nuovi 20 diretto da Hallie Meyers-Shyer, con Reese Witherspoon (Alice Kinney) e Michael Sheen (ex marito Austen)
    La trama: Alice Kinney è una donna alla soglia dei quaranta, un ex marito alle spalle e in cerca di seconde occasioni convinta che 40 sono i nuovi 20. Così la sera del suo compleanno incontra in un locale tre giovani aspiranti filmaker in cerca di un posto dove vivere. E lei decoratrice d’interni, ha appena rimodernato la sua vecchia casa di Los Angeles dove vuole trasferirsi con le due figlie. L’appartamento si offre bene per le inquadrature di Harry (Pico Alexander), i copioni di Teddy (Nat Wolff) e le prove di George (Jon Rudnitsky), alimentandone, vista la vicinanza ad Hollywood, le loro aspirazioni cinematografice. Alice si ritroverà a vivere una convivenza dai risvolti inaspettati, soprattutto quando il suo ex marito Austen (Michael Sheen) si presenterà alla porta con la valigia, deciso a riconquistarla.
  8. Arrival diretto da Denis Villeneuve, con Amy Adams (Louise Banks) e Jeremy Renner (Ian Donnelly)
    La trama: In alcuni Paesi del mondo tra cui l’Americana, sono arrivate dodici navi aliene in attesa di contatto. A tale proposito l’esercito americano organizza una task force con i migliori scienziati capitanata da Louise Banks linguista di fama mondiale e di cui fa parte anche il fisico teorico Ian Donnelly. La loro missione è quella di penetrare la misteriosa astronave per chiedere agli extraterrestri le ragioni della loro venuta. Incarico che si rivelerà molto più arduo del previsto ma che allo stesso tempo amplierà gli orizzonti di Louise che si troverà di fronte all’inizio di una storia straordinaria.
  9. Ammore e Malavita diretto da Marco Manetti, Antonio Manetti, con Carlo Buccirosso (Don Vincenzo), Giampaolo Morelli (Ciro) e Claudia Gerini (Maria)
    La trama: Ciro è un temuto killer di Napoli, una delle due “tigri” insieme a Rosario (Raiz) al servizio di don Vincenzo (Carlo Buccirosso) detto “o’ re do pesce”, e dell’astuta moglie donna Maria (Claudia Gerini). Finché Ciro non riceve l’incarico di eliminare Fatima (Serena Rossi), una giovane infermiera onesta e sognatrice, finita per sbaglio in una situazione pericolosa, che l’ha resa una scomoda testimone da eliminare. Ma quando si trovano faccia a faccia i due si riconoscono, ricordandosi del loro amore adolescenziale. Per Ciro l’unico modo per rivivere il suo amore con Fatima, è quello di tradire don Vincenzo e donna Maria, dando così vita ad una lotta senza quartiere tra musica, amore e pallottole.
  10. The Greatest Showman diretto da Michael Gracey, con Hugh Jackman, Zendaya, Zac Efron, Michelle Williams e Rebecca Ferguson
    La trama: Disposto a tutto pur di realizzare i suoi sogni di una vita, tra cui quello di offrire una vita meravigliosa alla donna che ama, lo squattrinato e immaginifico P.T. Barnum (Hugh Jackman), dopo essere stato licenziato, riesce con un sotterfugio ad ottenere un prestito da una banca per comprare un teatro. Deciso a mettere in scena il più grande spettacolo che si sia mai visto, inizia a radunare animali esotici e persone con varie particolarità fisiche, come nani, giganti e donne barbute. Il suo obiettivo non è solo quello di far soldi, ma anche e soprattutto stupire e divertire gli spettatori, aprendoli a nuovi orizzonti e allontanandoli almeno per una sera dal grigiore e il bigottismo di quei tempi.