Fino al 5 maggio 2024 Palazzo Bonaparte ospiterà la più grande mostra di Escher mai realizzata sinora, con circa 300 opere, nuove scoperte, grandi novità e sperimentare con mano l’arte dell’eccentrico artista. Un’occasione unica per immergersi nell’incredibile universo di Escher

Escher in mostra a Roma Palazzo BonaparteIl 31 ottobre 2023 ha segnato un anniversario importante: Escher fa ritorno a Roma esattamente 100 anni dopo la sua prima visita nella Città Eterna nel 1923. Questo evento straordinario si svolgerà a Palazzo Bonaparte fino al 5 maggio 2024 con una mostra incredibile che presenterà la più grande e completa esibizione mai dedicata all’artista olandese.

Escher, un genio indubbiamente inquieto e riservato, ha lasciato un’impronta indelebile nel mondo dell’arte con le sue incisioni e litografie. Grazie alla sua capacità unica di mescolare arte, matematica, scienza, fisica e design, le sue opere trasportano il pubblico in un mondo immaginifico e impossibile.

Scoperto relativamente di recente, Escher ha conquistato milioni di visitatori in tutto il mondo grazie alla sua capacità di comunicare con un vasto pubblico, che include appassionati d’arte, amanti della matematica, della geometria, della scienza e del design. Le sue opere, caratterizzate da una vastità di temi, rappresentano un unicum nel panorama della storia dell’arte.

LE OPERE IN MOSTRA A PALAZZO BONAPARTE

Escher in mostra a Roma Palazzo BonaparteLa mostra di Roma non solo presenta i capolavori più celebri di Escher, ma include anche numerose opere inedite mai esposte prima. Infatti nella mostra di Palazzo Bonaparte, organizzata magnificamente da Arthemisia in collaborazione con la M.C. Escher Foundation e curata da esperti come Federico Giudiceandrea e Mark Veldhuysen, sono esposte circa 300 opere, tra cui l’iconica “Mano con sfera riflettente” (1935), “Vincolo d’unione” (1956), “Metamorfosi II” (1939), “Giorno e notte” (1938), insieme alla celebre serie degli “Emblemata” e molte altre.

ESCHER E L’ITALIA

Il legame di Escher con l’Italia è profondo e duraturo. Dopo vari viaggi nel paese, ha vissuto a Roma per dodici anni, dal 1923 al 1935, lasciando un’impronta indelebile sulla sua arte. Le sue opere raffigurano paesaggi, scorci, architetture e vedute di Roma antica e barocca, con una particolare predilezione per le atmosfere notturne, illuminate appena da una lanterna. La mostra include la serie completa dei 12 “notturni romani” prodotta nel 1934, insieme ad altre opere che rappresentano i fasti dell’antica Urbe.

Escher in mostra a Roma Palazzo Bonaparte

Inoltre, il percorso espositivo offre ai visitatori una straordinaria esperienza interattiva sia attraverso le opere, di cui potranno letteralmente diventare i protagonisti.

Sia attraverso la ricostruzione dello studio che Escher aveva a Baarn, nei Paesi Bassi, esponendo al suo interno gli strumenti originali con cui il Maestro creava le sue opere, incluso il cavalletto portatile che lo accompagnava nei suoi viaggi in Italia.

Escher in mostra a Roma Palazzo BonaparteInoltre, la mostra ha il patrocinio della Regione Lazio, del Comune di Roma e dell’Ambasciata e Consolato Generale del Regno dei Paesi Bassi ed è parte del progetto “L’Arte della solidarietà”, in collaborazione con Komen Italia, charity partner dell’evento nonché organizzatore della “Race for the cure”. L’obiettivo è unire l’arte con la salute, devolvendo parte degli incassi realizzati dalla vendita dei biglietti per la realizzazione di progetti di tutela della salute delle donne, promuovendo così la bellezza dell’arte e la prevenzione.

Il catalogo della mostra sarà edito da Skira, e questa rappresenta un’opportunità unica per il pubblico di immergersi nell’universo straordinario di Escher.

Il catalogo della mostra è edito da Skira.

INFO ORARI E BIGLIETTI

ORARI

Dal lunedì al giovedì 9.00 – 19.30, venerdì, sabato e domenica 9.00 – 21.00 (la biglietteria chiude un’ora prima)

BIGLIETTI

  • Intero € 16,00 (audioguida inclusa)
  • Ridotto € 15,00 (audioguida inclusa)

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI