Trama, trailer e recensione del film horror Ancora pochi passi diretto da Pupi Oggiano. E piccola sorpresa del regista!

Ancora pochi passi: recensione dell'horror di Pupi OggianoOggi parleremo di horror, uno dei generi cinematografici che sta spopolando tra gli spettatori italiani, e in particolare del film del regista Pupi Oggiano, Ancora pochi passi. Un grande progetto nato dal regista italiano insieme a noti nomi del panorama cinematografico italiano, tra cui gli sceneggiatori Antonio Tentori e Gabriele Farina con la partecipazione straordinaria di Diego Casale, attore principale.

Tutto è cominciato con “La paura trema contro”, il manifesto di tutto il progetto produttivo che si è poi ampliato in ben sei film. Ognuno di questi avrà l’uscita in dvd, la colonna sonora in cd, la novelization in libro cartaceo grazie alla Buendia Books di Francesca Mogavero e ovviamente l’anteprima nelle sale cinematografiche.

Ma iniziamo subito con la visione del trailer, lasciando i dettagli a dopo, perché un progetto così ambizioso e ben fatto è bene si presenti da solo. Lo spettatore rapito da musiche, fotografia e suspense equipara da solo, la migliore delle recensioni.

 

Il desiderio comune è stato quello di regalare ai film horror una visione personale e differente del genere di paura, conferendogli sfumature e contaminazione attingendo da contenuti come la fantascienza, l’horror, il thriller, il giallo, tutti intrisi di una provocatoria e sottilissima ironia. Un omaggio al cinema horror italiano, queste le parole del regista Pupi Oggiano. Per gli attenti cinefili il risultato è assistere ad un lavoro ricco di tecnicismi volutamente esasperati ed una storia alla base ben pensata. Una combinazione vincente che mantiene alta attenzione e curiosità fino alla fine.

I film di Pupi Oggiano sono assolutamente per un pubblico capace di leggere oltre le righe e con una grande predisposizione all’osservazione, poiché ricchi di contraddizioni, particolari e imprevisti. I personaggi sono molto caratterizzati come ci racconterà Antonio Tentori nella video intervista, il cui intervento si è concentrato proprio sul loro processo emotivo all’interno della storia. Altro tocco di classe sono le ambientazioni, studiate con estrema cura, legate al loro splendido territorio natio, il Piemonte. I sei film sono autoconclusivi e ognuno di loro ha sfumature di genere differenti, il primo “La paura trema contro” è ispirato dalla fantascienza, il secondo, Ancora pochi passi ha una sfaccettatura esoterica, il prossimo “Nel ventre dell’enigma” chissà. Ma un legame tra tutti i lungometraggi c’è. Un filo conduttore che verrà svelato soltanto alla fine del sesto ed ultimo film.

Io da utente cinefila, ho notato una cosa cari lettori. Dal primo momento in cui ho letto i titoli dei film, la mia mente li ha impressi conferendogli un’immagine. Si ricordano con immediatezza, così come le musiche, composte con maestria proprio dal regista, tutti segnali che questo sarà un lavoro che non verrà dimenticato. Non vi resta che guardarlo e niente paura… è soltanto un HORROR!

Oggi abbiamo intervistato per voi gli sceneggiatori Antonio Tentori e Gabriele Farina insieme all’attore protagonista Diego Casale, riusciremo a rubargli qualche notizia in più sul loro ultimo film Ancora pochi passi?

E gran finale con un regalo del regista Pupi Oggiano.

Scopriamolo subito.