Per festeggiare il nuovo anno Rai Uno presenta Roberto Bolle, Danza Con Me, uno show di danza esclusivo con ospiti internazionali

Un inizio d’anno davvero con il botto per la prima serata di Rai Uno: torna l’étoile dei due mondi, il ballerino Roberto Bolle, in uno spettacolo innovativo e divertente, Danza con me. All’interno dell’esclusivo show grandi ospiti internazionali che dialogheranno e balleranno con Roberto Bolle. Tra le star, estremamente eterogenee, vedremo a fianco di Bolle uno straordinario Marco D’Amore che, svestiti i panni di Gomorra, come Bolle stesso ci ha raccontato nella conferenza stampa di presentazione del programma, “riesce a passare da un registro all’altro con una facilità che mi sorprende ogni volta. Non c’è nulla che non sappia fare: recita, racconta, intervista, balla, sa far ridere, sa far commuovere”. Bolle ha anche ironizzato sul suo rapporto con Marco D’Amore, che dichiara essere diventato un suo grande amico, con un solo cruccio: non essere riuscito a convincerlo che sa interpretare il cattivo meglio.

Da citare i super ospiti come Sting, che ha accettato subito di intervenire quando Bolle gli ha raccontato che avrebbe preso parte al programma anche Ahmad Joudah, un giovane ballerino siriano, perseguitato dall’Isis e contrastato dalla famiglia che ha trovato nella danza la forza di affrontare ogni pericolo e minaccia diventando simbolo universale del valore salvifico dell’arte. Ahmad e Bolle si esibiranno accompagnati live da Sting presente in studio con la sua band sulle note di Inshallah, la canzone che scrisse nel 2016, diventata manifesto del dramma dei profughi.

E poi ancora: Miriam Leone, che avrà il compito di guidare il pubblico nel mondo della passione riletta attraverso i balletti che Bolle interpreterà con Polina Semionova, Pif, con cui Bolle vivrà momenti di pura ilarità, così come con Geppi Cucciari e con la straordinaria imitatrice Virginia Raffaele.

Davvero particolarissimo sarà il duetto con il ballerino jooking Lil Buck che pur provenendo da un universo diametralmente opposto a Bolle ha caratteristiche e capacità eccezionali nella danza ed è capace di far emozionare e commuovere.

Insolito, con un’intesa nata subito nonostante la grandissima diversità, l’incontro con Fabri Fibra. Molto bello come Bolle lo ha descritto: “Quello che mi interessava di più della sua musica era la difesa dell’impegno, l’idea che gli obiettivi si raggiungono con il lavoro, con la dedizione, valorizzando con lo studio le proprie capacità in ogni campo. Ci ho trovato molto in comune con il mio mondo anche se ad un primo sguardo veniamo da universi diametralmente opposti. L’incontro con lui è stato bellissimo. Ci siamo capiti subito. Ci siamo divertiti. Spero sia un primo tassello di collaborazioni future.”

Ciliegina sulla torta la presenza di Tiziano Ferro, le cui canzoni, secondo Bolle, si prestano benissimo per “essere messe” in danza. Di Ferro Bolle ha descritto tratti che li accomunano: “la passione precoce per la musica e per la danza, la timidezza, quanto le nostri arti hanno saputo trasformarci e plasmarci anche umanamente. Un incontro, il nostro, davvero emozionante.” 

Bolle in Danza con me non è solo il protagonista ma anche il direttore artistico in collaborazione con la Ballandi Multimedia. Aver contribuito in toto alla realizzazione di questo grandissimo show mostrerà a tutti gli italiani che seguiranno il programma quanto Bolle intenda avvicinare tutti alla danza in modo quasi pop, facendo cioè capire che la danza può anche essere divertimento.

Per la prima volta nella televisione italiana, la messa in scena di Danza con me si avvale del lavoro di un grande artista di fama internazionale come Michael Cotten, l’uomo dei grandi eventi live e tv americani, dal SuperBowl alle cerimonie olimpiche, nonché set designer voluto dallo stesso Michael Jackson per i suoi ultimi spettacolari tour e tra gli artefici di “This is it”.

Per le parti di danza anche Bolle ha scelto brani tratti del repertorio classico, neoclassico e contemporaneo. Per interpretarli, ha chiamato ad esibirsi accanto a sé stelle del balletto di fama internazionale: bellissime Polina Semionova, Melissa Hamilton e l’étoile di Parigi Léonore Baulac.

Ci sono poi talenti italiani come i primi ballerini del Teatro alla Scala di Milano, Nicoletta Manni e Claudio Coviello, ma anche  Timofej Andrijashenko, Nicola Del Freo, Gioacchino Starace, Marco Agostino, Christian Fagetti, Matteo Gavazzi, Andreas Lochmann, Fabio Saglibene, Mattia Semperboni e Vittoria Valerio.  A esibirsi sul palco anche le giovanissime allieve dell’Accademia della Scala.

Non ci resta che sintonizzarci su Rai Uno il 1° gennaio alle 21.15 per festeggiare in danza il nuovo 2018. Auguri da tutta la redazione di Lifestylemadeinitaly.it