One night for FashionNella Sala Consiliare del Comune di Viterbo, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della II^ Edizione di “One night for Fashion” che prenderà vita sabato 14 ottobre p.v. alle ore 19.00 nella Sala Regia dello storico Palazzo dei Priori.

All’incontro hanno partecipato il Vice Sindaco del Comune di Viterbo Alfonso Antoniozzi, Antonella Polini della Background Model Management ideatrice dell’evento, la giornalista Paola Pucciatti, le fashion designer Aurora Gentili e Kirema Couture by Francesca Penzo, Walter D’Amato dell’Autocentri Balduina Main Partner dell’evento, Antonio Falanga e Grazia Marino di Spazio Margutta Ufficio Stampa dell’iniziativa.

La Mission della Kermesse Moda ideata e prodotta dalla background model management e dalla Only Chic Eventi ha come finalità primarie quella di promuovere: la città di Viterbo come location di riferimento per eventi legati al Fashion System; di valorizzare le bellezze artistiche del territorio con conseguente sviluppo del settore turistico; di incentivare la promozione alla salute e al benessere, con particolare riferimento al bacino idrotermale delle Terme di Viterbo.

Protagonisti sulla passerella di “One night for Fashion” creativi moda sia italiani che internazionali: per la promozione del territorio due giovani fashion designer di Viterbo Aurora Gentili e Kirema Couture by Francesca Penzo, Flaminia Saccucci fashion designer romana formatasi alla Central Saint Martins di Londra, il Brand 813 Annalisa Giuntini di Padova, i gioielli della designer pugliese Marina Corazziari, la storica sartoria maschile Carosi Uomo, la prestigiosa Maison libanese Missaki Couture e infine di gran prestigio la presenza all’evento della Maison d’Alta Moda Egon von Fürstenberg, che presenterà in passerella una capsule/couture del proprio archivio storico.

Creazioni moda che intente a valorizzare la diffusione dell’artigianalità e del fatto a mano, si prefiggono di favorire la promozione multiculturale, la cooperazione internazionale, la promozione della lingua e dei costumi dei Paesi coinvolti.