La veletta da sposa fascino retrò per il tuo giorno più bello“Vi dichiaro marito e moglie… può cliccare la sposa”. Il coronavirus non ferma l’amore e nemmeno i matrimoni. Un pugno allo stomaco per i romantici, una novità divertente e alternativa per le giovani coppie, almeno fino alla fine di questa difficile quarantena, oggi è possibile sposarsi anche on line! Ma cosa indossare giovani e belle spose? Un elemento imprescindibile per sprigionare eleganza nel giorno del fatidico “sì” che sia nella magica e solenne chiesa o nel salotto di casa vostra, è la veletta, una alternativa vintage al tradizionale velo da sposa.

Ha un gusto retrò e la potete trovare nelle forme e nelle varietà che soddisfano le esigenze di ogni donna, è comoda, pratica e estremamente versatile.

Il suo richiamo all’eleganza dei tempi passati racchiude in sé la dicotomia tra tradizioni e costumi del passato e la necessità di essere qui e ora in questo difficile presente.

UN PO’ DI STORIA DELLA VELETTA

La tradizione dei veli da sposa risale all’epoca dei Romani, quando alle giovani consorti veniva poggiato sul capo un velo leggero che ricopriva il loro viso, in segno di buon auspicio.

Fu solo nei primi anni del ‘900, con l’esplosione delle tendenze e della moda, che la veletta da sposa fece la sua prima comparsa. Soprattutto nel corso degli anni ’20 e ’30, quando le acconciature cominciarono a essere più corte, e la lunghezza del velo si adattò di conseguenza.

COME INDOSSARLA

La veletta da sposa è l’accessorio che si sta facendo sempre più spazio nei cuori delle future spose. Da solo è capace di sprigionare quella raffinatezza che il semplice velo non è in grado certe volte di eguagliare.

Ma come si indossa? Andiamo ad approfondire.

La veletta da sposa fascino retrò per il tuo giorno più bello

La veletta da sposa può essere declinata in molti modi, a seconda della sua posizione sul capo e della trama della rete.

Solitamente può essere incluso un dettaglio, quale un fiore o una piuma, o un qualsiasi altro elemento che possa arricchire la veletta, ma non sempre si rende necessario.

TIPI DI VELETTA

Esistono 2 modelli principali di veletta, infinitamente adattabili ai gusti della sposa e al vestito:

  • Veletta con velo a rete. Il modello classico in assoluto, chiamato “birdcage” nei paesi anglosassoni. Tra tutti i modelli è quello che trasmette più sensualità e raffinatezza, nonché la variante retrò per eccellenza.
    Non si porta mai al di sotto del mento, perché mira a risaltare la bocca della sposa, oltre che i suoi occhi.
    La veletta da sposa fascino retrò per il tuo giorno più bello
  • Veletta “upgrade”. La sua trama molto fine, non ricopre il viso come il precedente modello, bensì cade sullo sguardo o appena sulla fronte. Per donare ancora più completezza al look, essendo il modello più semplice in assoluto, è quasi necessario che venga sostenuto e impreziosito da qualche gioiello.

CONSIGLI PER UN LOOK ESPLOSIVO

Un consiglio alle care future spose o alle mamme sagge consigliere, meno la trama è fitta, maggiore sarà l’esaltazione di occhi, naso o bocca.

Per il resto, sta a voi scegliere, nel giorno del vostro matrimonio, se essere più “tradizionali” oppure risaltare come delle accattivanti femme fatale.

ACCONCIATURE CON LA VELETTA

Le acconciature che meglio si addicono con la veletta sono perlopiù morbide e sinuose. Un’acconciatura rigida e ordinata, vi conferirà un’immagine aristocratica, mentre con capelli più mossi e vaporosi il risultato finale sarà sicuramente più sbarazzino.

E tu che sposa sei? Io approfitterei del momento per lasciarmi andare alle libertà più eccessive… Perdonatemi se rompo l’idillio romantico, ma essendo una fan di Madonna, io scelgo questa 😉