moda

Ciao mia cara,

eccoci ad un nuovo appuntamento con la moda e con te oggi voglio parlare di quei capi, modelli o quelle fantasie che se indossati bene possono rendere il tuo look vincente ma se al contrario vengono utilizzati male rappresentano un errore di stile!

Animalier si… ma con parsimonia

Iniziamo subito con una delle fantasie che più ci mette in crisi, quella Animalier, tanto cara a Roberto Cavalli uno degli stiliti di maggiore fama sia a livello nazionale che internazionale. Il segreto in questo caso secondo me è saper dosare e scegliere un solo pezzo del nostro outfit con stampa animalier da abbinare ad altri capi dal colore e dalle linee più sobrie. Il mio accostamento preferito? Che sia maculato, zebrato o tigrato il mio consiglio è di abbinarlo con un total look monocolore, ultra chic la scelta del nero.

Animalier

Righe per giocare sull’effetto ottico

Righe si o righe no? Orizzontali o verticali? La risposta in ogni caso è dipende! A seconda della tua conformazione fisica infatti potrai scegliere le righe che maggiormente fanno al caso tuo.

Se hai un fisico a mela ad esempio, e quindi più morbida nella parte centrale del corpo, opta per capi dalle linee verticali non troppo larghe che snelliscono la figura; se il tuo fisico è più generoso sui fianchi, non usare le righe per i pantaloni o le gonne ma conceditele per i capi da indossare sopra, magari una bella t-shirt a micro righe orizzontali da indossare dentro una gonna a pieghe; se invece hai un fisico longilineo puoi osare anche con pantaloni ampi e morbidi a righe che con il loro movimento renderanno l’incedere ancora più sinuoso.

Un trucco che trovo molto interessante è quello di accostare righe verticali e orizzontali di spessore per modificare otticamente i volumi.

Righe

Leggings, indicazioni d’uso

Mia cara su questo tema, alzo le mani e confesso subito che ho una viscerale avversione per i leggings indossati senza che il fondoschiena sia coperto, anche solo parzialmente. Le uniche occasioni in cui potrei chiudere un occhio sono limitate alla palestra o alla fascia di età che va dai primi mesi di vita ai 12 anni.

Quindi qual è il mio consiglio? Indossali in versione casual con una t-shirt oversize o una camicia lunga e scarpe da ginnastica oppure abbinali ad un miniabito e tacchi alti per una serata più glamour insomma divertiti ad utilizzare questo capo nel mille modi diversi a cui si presta ma…occhio alle lunghezze.

Leggings

L’intimo c’è ma non si vede

La scelta dell’intimo da indossare sotto un determinato outfit è fondamentale deve esserci ma senza farsi notare. Attenzione quindi a slip o perizomi troppo stretti che segnano le curve, pizzi o applicazioni che si notano in rilievo sotto capi aderenti e attenzione quando si indossano pantaloni, gonne o abiti bianchi, a scegliere slip che non si notino in trasparenza.

Unica deroga a questa mia regola, che trovo molto chic se non hai un seno molto abbondante, è il reggiseno che si nota in trasparenza indossato sotto una morbida camicia.

Intimo

Eccoci arrivate al termine mia cara, spero che il post ti sia piaciuto 🙂
Ti aspetto per la lettura del prossimo articolo!