Francesca-Mura-Madrid-Velvet

Se state cercando una meta d’incanto per i prossimi week end e siete appassionati di serie tv, vi consiglio caldamente Madrid, dove potrete respirare l’atmosfera di Velvet, la fortunata fiction spagnola andata in onda su Rai1.

La storia è ambientata verso la fine degli anni cinquanta a Madrid e narra le travagliate vicende della Galleria Velvet, una lussuosa casa di moda madrilena, che fa da sfondo alla nascente storia d’amore tra Ana, una sarta di umili origini che aspira a diventare stilista, e il ricco Alberto, figlio del proprietario ed erede designato. Il loro amore sarà ostacolato dalle famiglie e dai conflitti di potere per la gestione della Velvet. Ana è talmente affezionata alla galleria che è disposta a sacrificare il suo amore con Alberto; per questo gli chiede di sposare Cristina, figlia di un ricco imprenditore spagnolo che farà tornare alto il livello sociale ed economico della galleria. Ana e Alberto però non riescono a frenare il loro amore e a dirsi addio.

velvet-atelier

E in attesa di vedere sui nostri schermi la terza stagione, sono andata alla scoperta dei luoghi dove sono state fatte le riprese televisive di Velvet per regalarvi alcune istantanee catturate appositamente per voi!

La prima sorpresa per me, è stata scoprire che lo splendido edificio che ha prestato la sua facciata alla sede dell’Atelier Velvet, non è altro che l’entrata della sede di Zara sulla Gran Via (marchio spagnolo, colosso di proporzioni mondiali). E devo proprio ammettere che la facciata lussuosa ed elegante si è prestata benissimo alla finzione televisiva😀.

Atelier Velvet (esterno) - Zara alla Gran Via

Atelier Velvet (esterno) – Zara alla Gran Via

Mentre varco la soglia, penso all’atmosfera che si è voluta ricreare : la magica atmosfera dei laboratori di sartoria degli anni ’50 tra bozzetti e spilli, in cui si intrecciano storie di amicizia e strategie di mercato di una grande casa di moda e dove appunto, nasce un grande amore tra Ana umile sarta e Alberto proprietario della Velvet. Un amore destinato ad essere contrastato soprattutto per i diversi ceti sociali cui appartengono i due giovani.

Ma insieme alla splendida ambientazione, a ricreare la magica realtà velvettiana hanno senz’altro concorso lo studio dei costumi e il fantastico lavoro di make up e acconciature della Produzione, tutto curato nei minimi dettagli!

Velvet-4a-puntata

Abiti splendidi ed intrighi, amore e pathos, animano il mio peregrinare nelle strade di Madrid, una città bellissima! Incantevole per la sua architettura, dinamica, giovane e con il suo cielo di uno splendido e vivido azzurro.

Arrivo nella fastosa cornice dello storico Hotel Ritz, utilizzata come ambientazione di una cena molto romantica tra i due amanti a Parigi. Di nuovo rimango incantata dalla bellissima atmosfera: saloni magnifici con tendaggi bianchi drappeggiati, il ristorante con arredi elegantissimi che ha fatto da sfondo alla famosa cena, che grazie alla cortesia della direzione dell’hotel, ho potuto fotografare per voi. È d’obbligo ricordare che il prestigioso Hotel Ritz di Madrid non è stato solo l’azzeccatissima scenografia di Velvet ma nella sua storia di oltre più di un secolo (dal 1910) ha dato alloggio a moltissime personalità di tutto il mondo.

Hotel Ritz Madrid - ristorante

Hotel Ritz Madrid – ristorante

Divertente e appassionante poter toccare con mano quella finzione così ben realizzata. Appunto tra finzione e realtà la passione per la moda, live motive della mia curiosità mi ha concesso di ‘volare’ come in una macchina del tempo in quegli anni ’50, che spesso mi capita di pensare a come siano stati una pietra miliare nella storia della Moda. Infatti è proprio in quegli anni che la moda Francese scoprì il suo maggior esponente, Christian Dior, il quale lanciò nel 1947 la sua prima collezione, la Linea a Corolla, a cui la giornalista americana Carmel Snow diede il nome di New Look: una collezione di corpetti, fianchi imbottiti e gonne a corolla che arrivavano al polpaccio.

Linea Corolla - Dior

Linea Corolla – Dior

Il New Look, malgrado il nome, era una controrivoluzione, ispirato al passato, alla seconda metà dell’800 precisamente, che proponeva un modello di donna romantica ed un look femminile ed aristocratico, espressione di grazia ed eleganza.

Linee che hanno determinato un rinnovamento nel modo di concepire l’abito in funzione della forma. Così la prima metà degli anni cinquanta fu dominata dal New Look: busto molto marcato evidenziato dal corsetto, fianchi arrotondati, gonne ampie e abiti dalla vita stretta e dalla lunghezza al polpaccio. La tonalità che meglio si sposa con questo stile romantico e bon ton è il Rosa Quarzo, colore oltre tutto che secondo Pantone sarà un Diktat per la prossima stagione! Prendete appunti mi raccomando!

Lo stile New Look è stato da sempre oggetto di rivisitazioni e reinterpretazioni da parte di molti stilisti contemporanei, che l’hanno riproposto anche nelle ultime collezioni moda, facendone così uno stile di grande attualità! Come potete vedere la mia passione per la moda e lo stile è talmente forte che non riesco a non trovargli un connubio con tutto ciò che faccio, ma forse è proprio questo che ha reso questa mia esperienza spagnola davvero unica!

Non mi rimane che darvi appuntamento alla prossima occasione di moda/racconto, lasciandovi alle mie istantanee dei luoghi che hanno ospitato l’intricata e affascinante storia di Velvet.

Francesca Mura