In occasione della scomparsa di Michela Murgia, dall’11 agosto Sky ripropone la docuserie “Ghost Hotel” su Sky Arte dalle 22.15 e in streaming su NOW

Michela Murgia Sky ripropone la docuserie Ghost HotelSi è spenta ieri a Roma all’età di 51 anni Michela Murgia scrittrice, blogger, drammaturga, opinionista e critica letteraria sarda, autrice del romanzo “Accabadora” vincitore dei premi Campiello, Dessì e SuperMondello.

Nel suo primo libro, Il mondo deve sapere, dapprima concepito e praticato come un blog, ha raccontato in chiave satirica la realtà degli operatori di telemarketing all’interno del call center di un’importante multinazionale (Kirby Company), descrivendo lo sfruttamento economico e la manipolazione psicologica a cui sono sottoposti tali lavoratori precari. Dal libro è stata tratta l’opera teatrale Il mondo deve sapere (di David Emmer, con Teresa Saponangelo) e ha ispirato la sceneggiatura del film Tutta la vita davanti[4] di Paolo Virzì, con Isabella Ragonese, Sabrina Ferilli, Elio Germano, Valerio Mastandrea e Massimo Ghini.

In occasione della sua scomparsa Sky ripropone per intero la suggestiva docuserie Ghost Hotel, una produzione Sky Original ideata e realizzata da Ruvido Produzioni con Michela Murgia, in onda dall’11 agosto su Sky Arte dalle 22.15 e in streaming su NOW.

Scritto da Michela Murgia, Donato Dallavalle e Valentina Pattavina, Ghost Hotel è un luogo ideale che racchiude le storie dei grandi protagonisti dell’arte e della cultura del Novecento. In ogni puntata, Michela Murgia – nelle vesti di una coraggiosa portiera d’albergo – apre le “porte proibite” che nascondono le storie di sei personalità straordinarie: Truman Capote, Palma Bucarelli, Mata Hari, Anaïs Nin, Nikola Tesla e Kiki de Montparnasse.