Dopo il grandissimo successo di pubblico nelle più grandi capitali europee sono arrivate anche in Italia al Guido Reni District di Roma 5 mostre in anteprima assoluta visitabili fino al  2018. Ecco per voi tutte le info su prezzi e orari e una piccola anteprima di ciò che vi aspetta visitandole

guido reni mostreOrmai da qualche anno l’ex caserma Guido Reni di Roma, riqualificata grazie all’ambizioso progetto realizzato da Urban Value, la divisione di Ninetynine (società di marketing, advertising ed eventi) e alla decisione del Gruppo Cassa Depositi e Prestiti (CDP) di metterla a disposizione dei cittadini romani e non solo, è diventata uno straordinario contenitore di eventi esclusivi: Guido Reni District. A conferma di ciò nei suoi 11 mila metri quadri dallo scorso 30 settembre sono confluite in contemporanea 5 straordinarie mostre che hanno già fatto il giro delle principali capitali europee, riscuotendo uno straordinario successo di pubblico.

Cinque fantastiche esperienze da fare con tutta la famiglia, in una giornata full immersion o divise su più giorni, magari sfruttando la chiusura delle scuole del periodo natalizio. Noi ci siamo riservati un’intera giornata dalle 10 del mattino alle 7 di sera, con bambini al seguito, per darvi un’anteprima di ciò che potrete scoprire visitando le Guido Reni Mostre e consigli utili per come godervele al meglio.

Come dicevamo le mostre sono 5, davvero per tutti i gusti e tutte le età, tanto che potreste usare il biglietto come originale idea regalo, ma di questo parleremo più avanti. Tornando alle mostre, vi accorgerete che possono essere vissute come le stazioni di uno straordinario viaggio ricco di affascinanti scoperte: vi cimenterete con gli esperimenti di “Scientopolis“, camminerete accanto ai giganti prestorici con l’eccitante “Dinosaur Invasion“, scoprirete le meraviglie del corpo umano con i 350 corpi interi e organi plastinati di “Real Bodies”, per poi partire per lo spazio con “Cosmos Discovery”, atterrando infine nel magico ed intramontabile mondo dei mattoncini LEGO® con le 120 opere di “Brikmania

E proprio da Scientopolis, abbiamo deciso di iniziare la nostra visita. Un percorso espositivo della durata di 2 ore, per scoprire la scienza e le leggi che regolano i fenomeni naturali, proponendo, attraverso 50 stazioni interattive, divertenti sfide pensate da un comitato composto da più di 20 scienziati espressamente per un pubblico scolastico e di famiglie.

Lungo il percorso ci si potrà cimentare con la matematica, fare esperimenti di ottica, musica, elettromagnetismo, chimica, vedere come nasce un fulmine o un tornado e tanto altro ancora.

Un modo originale per imparare divertendosi, attraverso semplici enigmi da risolvere in gruppo, per sviluppare l’attitudine a lavorare insieme e stimolare il pensiero laterale dei ragazzi, mostrando loro come il progredire della scienza abbia permesso agli esseri umani di affinare l’ingegno per migliorare la propria vita.

E dopo aver messo alla prova le nostre conoscenze scientifiche, abbiamo deciso di fare un salto indietro nel tempo di 250 milioni di anni, tornando all’Era Mesozoica quando la Terra era molto diversa da come la vediamo oggi e i dinosauri scorrazzavano liberamente. Infatti uscendo da “Scientopolis” il primo padiglione che si incontra è quello che ospita la mostra “Dinosaur Invasion”.

All’interno è stata riprodotta una giungla giurassica che accompagna i visitatori in un percorso attraverso il Mesozoico, il Triassico, il Giurassico e il Cretaceo (da 245 a 65 milioni di anni fa), alla scoperta di 40 “spaventosi” dinosauri a grandezza naturale, fedelmente riprodotti non solo nell’aspetto ma anche nei movimenti, resi super realistici dalla sofisticata tecnologia animatronica.

Sembra proprio di essere i protagonisti di uno dei film della saga Jurassic Park: un’esperienza davvero unica e immersiva, dove non sono stati tralasciati gli importantissimi aspetti scientifici ed educativi grazie ad approfondimenti sull’evoluzione, sulla classificazione e sull’habitat di questi animali, che potrete anche farvi raccontare dalle audio e video guide acquistabili all’ingresso della mostra.

Nelle video guide sono anche contenuti tanti divertenti giochi per i bambini il cui tema sono ovviamente i dinosauri. Il percorso si completa con un film-documentario di animazione in 3D della durata di 20 minuti, che partendo da 14 miliardi di anni fa, con l’esplosione che ha dato origine all’Universo, arriva fino ai giorni nostri, passando per l’Era Mesozoica, età in cui si svilupparono e diffusero i dinosauri. Per chi invece volesse un’esperienza ancora più unica e coinvolgente c’è anche la possibilità di prenotare una visita guidata con giovani paleontologi che aggiungeranno incredibili curiosità e segreti sull’affascinante mondo dei dinosauri!

Usciti dalla proiezione abbiamo deciso di riposarci un po’ nell’area ludica adibita all’interno del padiglione “Dinosaur Invasion” in cui è presente:

  • Dino Sandbox: una distesa di sabbia in cui i bambini possono giocare a fare i paleontologi, cercando reperti fossili riprodotti a grandezza naturale, opportunamente “nascosti”, oppure possono ricostruire lo scheletro di un dinosauro.
  • Dino Foto: dove scattare foto e selfie insieme al Tyrannosaurus rex.
  • Dino Ride: un ampio spazio dove è possibile cavalcare il dinosauro preferito.

Visto che nel frattempo si era fatta l’ora di pranzo, siamo usciti dal Guido Reni District per un panino veloce in uno dei bar che ci sono nella zona. È anche possibile pranzare nel Les Marionettes – Bio Art, bistrot polifunzionale che si trova a ridosso delle biglietterie.

Una volta ristorati dal pranzo veloce, abbiamo deciso di tuffarci nell’affascinante viaggio nel corpo umano proposto da “Real Bodies”: esposizione già presentata a Milano dove ha registrato un vero e proprio boom con 280mila ingressi.

La mostra grazie alla presenza di oltre 350 tra organi veri e corpi umani veri interi plastinati, ci porta alla scoperta di tutto ciò che c’è da sapere su quel magico universo che è il nostro corpo. Suddivisa in sezioni presenta approfonditamente il funzionamento dei diversi apparati e sistemi del corpo umano: l’apparato respiratorio, il digerente, quello riproduttivo-fetale in cui viene illustrato con veri feti, il processo di fecondazione e crescita fetale, l’apparato urinario, fino ad arrivare al sistema muscolare, nervoso, scheletrico e cardiovascolare. Con un’intera galleria dedicata all’anatomia sezionale e una alle prestazioni degli atleti, in cui ci sono ben dodici corpi interi esposti in posizioni anatomiche che riproducono gesti tecnici di calcio, basket, salto in lungo, danza e scherma.

L’ultima galleria invece è dedicata all’anatomia sezionale, quella branca della medicina che permette di tagliare in fette sottilissime il corpo plastinato, proponendo una vista simile a quella che si ha durante una risonanza magnetica, o una tac.

Ad accompagnarvi in questo incredibile viaggio, un’audio guida in versione per bambini o per adulti, a completamento dei tanti cartelli sparsi per le varie sezioni ad illustrare informazioni e curiosità sull’anatomia umana.

Uscendo da “Real Bodies”, la prima mostra che si incontra è “Cosmos Discovery”, dedicata alle missioni spaziali di USA ed ex Urss.

Modulo di comando dell’Apollo

Qui partendo da un doveroso omaggio agli scrittori di fantascienza che per primi hanno sognato di viaggiare negli spazi siderali, si va alla scoperta di come l’uomo abbia conquistato lo spazio attraverso 250 cimeli riportati dalle missioni intergalattiche di russi e americani.

Cabina di pilotaggio dello Shuttle Columbia

Oggetti di uso quotidiano e personali degli astronauti, tantissime tute spaziali, reperti lunari, mezzi di trasporto utilizzati nelle varie missioni, robot esploratori, moduli di pilotaggio, il famosissimo Sputnik di fabbricazione russa e il razzo americano Mercury esposto in scala 1:1.

Modello di stazione spaziale sovietica MIR

Saturn V

Uno straordinario percorso di circa 2 ore, per spiegare meglio a grandi e piccini, attraverso ricostruzioni, pannelli, foto, esposizione di razzi, capsule, navicelle, il rover con cui fu esplorata la superficie della luna confrontato con il sovietico Lunokhod e l’audio-guida inclusa nel prezzo del biglietto, la storia e l’evoluzione dei viaggi spaziali dal programma sovietico Soyuz all’americano Apollo.

A completare il tutto, un enorme planetario con immagini tridimensionali per illustrare le meraviglie dell’Universo e la zona interattiva del Cosmo Camp, dove è possibile salire sul giroscopio umano per sperimentare la sensazione che provano gli astronauti all’interno dei moduli spaziali.

E per concludere, dopo l’eccitante viaggio nello spazio, ci siamo tuffati nel coloratissimo mondo dei mattoncini più versatili e amati di sempre: i LEGO® con le 120 opere della mostra “Brikmania”.

Opere che riproducono l’evoluzione dei mezzi di trasporto dai carri trainati dai buoi, ai primi sottomarini, passando per un Titanic di oltre 10 metri fino ad arrivare ai razzi spaziali.

HMS Victory

Battello del Mississipi

Titanic

Pensate che per realizzarle i 20 artisti internazionali coinvolti, hanno impiegato un anno di lavoro e ben 3 milioni di mattoncini.

Qui inoltre gli appassionati di LEGO®, troveranno anche un’enorme area ludica dove dare sfogo alla fantasia, cimentandosi in sfide con figli e amici a chi costruisce l’opera più incredibile con i tantissimi mattoncini a disposizione.

Il bilancio della giornata è stato davvero positivo, perché raramente si riescono a trovare tante cose così diverse tra loro, divertenti ed interessanti, tutte concentrate nello stesso luogo e soprattutto in grado di mettere d’accordo proprio tutti: bambini, ragazzi, nonni, zii, genitori, comitive di amici e chi più ne ha ne metta. Tanto che ci è venuta in mente di consigliarvi gli ingressi combinati alle mostre come idea regalo per Natale a famiglie di amici e parenti. Come funzionano? Molto semplice:

  • pacchetto 3 mostre a vostra scelta: intero 32€ – ridotto 26€
  • pacchetto 5 mostre: intero 42€ – ridotto 29€

Acquistando il pacchetto 3 o 5 mostre, non sarete obbligati a vederle tutte lo stesso giorno, perché quelle che non avrete visto potrete visitarle anche in giorni diversi fino al 28 gennaio 2018. L’importante è che il visitatore dovrà accedere ad ogni mostra una sola volta.

Questi invece i costi delle singole mostre che se sommati vi faranno vedere l’eccezionale risparmio dei pacchetti combinati, nel caso in cui abbiate intenzione di vederne più di una:

  • Cosmos Discovery intero 18€ – ridotto 15€ (incl. audioguida)
  • Real Bodies intero 18€ – ridotto 15€ (incl. audioguida)
  • Brickmania intero 13€ – ridotto 9€ (incl. audioguida)
  • Dinosaur invasion intero 13€ – ridotto 9€ (incl. audioguida)
  • Scientopolis intero 13€ – ridotto 9€ (incl. audioguida)

Le riduzioni sono valide per:

  • bambini più alti di 90cm
  • over 65
  • studenti (elementari, medie, superiori, università)

Le mostre sono aperte tutti i giorni dalle ore 10:00 alle ore 20:00 (la biglietteria chiude alle ore 18:00, ultimo accesso in mostra alle ore 19:00) e i biglietti possono essere acquistati online o in loco. Il giorno di chiusura è il lunedì e saranno visitabili fino al 28 Gennaio 2018. E’ consentito l’accesso ai cani solo ed esclusivamente di ridottissima taglia e all’interno di un trasportino.

Le Guido Reni Mostre si trovano all’interno del Guido Reni District in via Guido Reni, 7 nel quartiere Flaminio, Roma, raggiungibile con la metro A fermata Flaminio e il tram n. 2 fino alla fermata Apollodoro. Oppure prendendo l’autobus n. 53 (fermata De Coubertin/Palazzetto dello sport) o il 168 (fermata MAXXI – Reni/Flaminia) o il 280 (capolinea Mancini) oppure il 910 (fermata Flaminia/Reni).

Per maggiori informazioni e acquisto biglietti, visitate il sito guidorenimostre.it e buon divertimento!