Cos’è un loft? Niente altro che un recupero industriale trasformato (magari con l’aiuto di esperti) sapientemente in abitazione. Ristrutturarlo e arredarlo richiederà un minimo di fantasia in più per renderlo davvero originale e accogliente. Ecco qualche prezioso suggerimento

Arredare un loftQuella del loft come abitazione è una moda che ha avuto origine negli Stati Uniti negli anni ’50, quando vecchi edifici industriali, venivano trasformati in case da artisti, diventando spesso anche vere e proprie fucine creative. Da diversi anni il loft si è imposto anche in Italia, aumentando la sua popolarità e richiesta di anno in anno.

Cosa differenzia un loft da una qualsiasi abitazione? Prima di tutto l’organizzazione degli spazi. Grandi o piccoli ma fondamentalmente open space. Spazi liberi dunque, che sembrano divenire fluidi, grazie all’assenza (quasi del tutto) di divisioni. Un unico ambiente, dove tutti gli angoli della casa sono ben caratterizzati e visibili. Proprio per questo particolare un loft va ristrutturato e arredato con una straordinaria attenzione ai dettagli.

RISTRUTTURARE UN LOFT: LA SCELTA DEI RIVESTIMENTI

E a proposito di ristrutturazione la prima cosa da scegliere è il rivestimento per pavimenti e pareti. Trattandosi di un ambiente unico e a vista la scelta migliore è optare per un’unica tipologia di pavimento che vada bene per qualsiasi ambiente dalla cucina, alla zona living, alla camera da letto fino al bagno. Una soluzione moderna che combina tutti i vantaggi della ceramica ai colori caldi del legno è il Legno Ceramica o Grès Effetto Parquet. Ovvero un rivestimento in Grès Porcellanato che combina gli effetti estetici del legno alla praticità e alla resistenza della ceramica!

Arredare un loftUna volta scelto il rivestimento per il pavimento diciamo che il 50% del lavoro è stato fatto, ora occupiamoci delle piastrelle per le pareti di cucina e bagno, che oltre dover essere belle devono essere anche facili da pulire e resistenti alle macchie, alle sostanze acide e a quelle basiche. L’ideale, indipendentemente dallo stile che preferisci, è sceglierle in grès porcellanato colorato in massa o in gres porcellanato smaltato, un materiale che si pulisce con una semplice passata di panno pulito e inumidito con acqua calda. Questo insieme alla tempestività con cui si interviene sulle eventuali macchie sarà sufficiente a mantenere belle e in salute le piastrelle di cucina e bagno.

Se ti stai chiedendo che tipo di piastrella scegliere per abbinarla alla naturalità data dall’effetto legno del pavimento, ti consigliamo di optare per il grès finta pietra, che dona agli ambienti carattere e eleganza. Inoltre questo tipo di materiale ha un’elevata resistenza all’umidità, all’acqua e al vapore che di solito caratterizzano questi due ambienti della casa. Una caratteristica che gli permetterà di resistere a queste sollecitazioni rimanendo inalterato nel tempo.

Arredare un loftNiente ovviamente vieta di utilizzare il grès finta pietra anche in altre stanze come ad esempio nella zona living per ricreare un’atmosfera particolare e unica.

COME SCEGLIERE L’ARREDAMENTO

E ora veniamo alla parte più divertente: l’arredamento. Spesso i loft vengono arredati in stile minimal, sia per i colori scelti, sia per le forme. A dare un aspetto ancor più “visionario” a questi grandi spazi ci pensano le finestre, grandi, grandissime, pronte a filtrare la luce naturale del giorno e le mille luci delle città quando il sole tramonta.

Altro elemento caratterizzante di ogni loft sono le pareti alte, magari con delle travi in legno e mattoni rustici lasciati a vista.

Unica divisione è data spesso dalla creazione di soppalchi, il più delle volte dedicati alla zona notte.

La caratteristica dei loft di avere tutto così in vista suggerisce di scegliere i giusti complementi d’arredo. Il consiglio quindi per il vostro loft è di assecondare lo stile dell’edificio, e chiaramente il vostro gusto personale, per creare la giusta atmosfera.