Domenica 21 gennaio in prima serata in esclusiva su Sky e in streaming solo su NOW con Chef Alessandro Borghese si elegge il miglior ristorante di Gorizia antico splendore asburgico, influenze slave e melting pot di culture

Alessandro Borghese 4 Ristoranti fa tappa a GoriziaLa pittoresca Gorizia, nel nord-est dell’Italia, è la sesta tappa di Alessandro Borghese 4 Ristoranti. L’episodio, in onda domenica 21 gennaio su Sky e in streaming su NOW, ci porta in una città di confine ricca di culture diverse.

Gorizia, un tempo chiamata la Nizza Austriaca, racchiude una storia complessa e diverse influenze culturali che si riflettono nell’architettura, nella cultura e nella gastronomia. La città sembra ancora alla ricerca di una vera identità, nascondendo la sua bellezza in un carattere variegato e affascinante.

La produzione Sky Original di Banijay Italia ci farà scoprire la proposta culinaria di Gorizia, un vero melting pot di sapori. Tra piatti tradizionali come il famoso Gulash e specialità locali come gli gnocchi de susini e lo strudel, la città offre un’ampia gamma di delizie. La rosa di Gorizia, un piatto locale dal sapore deciso, sarà la protagonista.

I RISTORANTI IN GARA NELL’EPISODIO A GORIZIA

Alessandro Borghese 4 Ristoranti fa tappa a Gorizia

Nell’episodio, quattro ristoranti si contenderanno il titolo di miglior ristorante di Gorizia: “Hosteria con cucina – La Cantinetta” di Mauro, “Trattoria Al Piron” di Antonella, “Ristorante Rosenbar” di Michela e “Atmosfere La Sitüa” di Stefano.

  • “Hosteria con cucina – La Cantinetta” di Mauro
    Grazioso ristorante dallo stile friulano, situato al confine con la Slovenia. Il locale presenta un primo spazio esterno con tavoli e una sala interna caratterizzata da un grande bancone bar, pareti in mattoni, tavoli in legno e tendaggi rossi che evocano un’atmosfera teatrale. La sala principale, arredata in uno stile intimo con pochi tavoli in legno, una calda stufa e luci soffuse, riflette il gusto di Mauro. Dopo una vita tra locali e discoteche, Mauro ha deciso di cimentarsi in cucina, amante delle sfide e sempre alla ricerca di innovazioni. Il suo approccio mette in primo piano il rapporto con il cliente, dove sorriso e accoglienza sono fondamentali. La proposta culinaria include un menù classico con alcune aggiunte creative.
  • “Trattoria Al Piron” di Antonella
    Risalente al XIX secolo, è situata in una delle vie più frequentate del centro di Gorizia. La struttura comprende un giardinetto esterno e una sala accogliente con soffitto e tavoli in legno, pareti gialle e in mattoni, e tovaglie di carta, creando un’atmosfera tipica da trattoria. Antonella, cuoca e titolare, ha una passione per la cucina che risale alla sua infanzia, ispirata dalla grande nonna e mamma. Una donna esuberante, Antonella si muove vivacemente tra sala e cucina, instaurando un rapporto caloroso con i clienti. La sua cucina è legata alle tradizioni goriziane e friulane.
  • “Ristorante Rosenbar” di Michela
    Ex birreria suggestiva situata in una strada parallela alla via principale di Gorizia, con un’area esterna che si affaccia sul parco della Rimembranza. L’ambiente è avvolto in un’atmosfera magica e quasi natalizia, con il colore rosso predominante in ogni angolo. Michela, titolare e chef dal 1984, insieme al marito di origine slovena, propone un menù salutare e moderno a base di pesce. Descrivendosi come una donna passionale, Michela pone grande attenzione alla salute nei suoi piatti. Non tollera un servizio disattento e cerca di evitare la superficialità.
  • “Atmosfere La Sitüa” di Stefano
    Locale piacevole e accogliente nel centro storico di Gorizia, sotto il castello principale. Ripropone lo stile di una classica baita di montagna, divisa in due spazi con estetica diversa: una sala bistrò che si affaccia su un bellissimo chiostro e una sala ristorante arredata con cura, dominata da un camino. Stefano, proprietario insieme alla moglie Silvia, si occupa della cucina, del servizio in sala e della griglia. Definisce il suo locale come un Restaurant Grill, dove si possono gustare selezioni pregiate di carne con influenze da diverse regioni e Paesi. Amante del suo lavoro, Stefano si considera uno sperimentatore aperto a nuove sfide, una persona atipica che cerca costantemente novità e stimoli, sfuggendo all’ordinarietà.

LA SFIDA

Il format rimane invariato con quattro ristoratori che gareggiano per il titolo di migliore in una categoria specifica. I criteri di valutazione includono gusto, originalità, accoglienza, servizio e pulizia. Chef Alessandro Borghese, dopo un’ispezione scrupolosa in cucina, assegna i voti durante il pasto. In questa puntata, i concorrenti si sfideranno nella preparazione di un piatto originario della cucina ungherese, il gulasch, adottato anche nella tradizione gastronomica del Friuli-Venezia Giulia. Gli chef dovranno confrontarsi su varianti regionali, scegliendo carni e spezie con cura.

Il viaggio gastronomico di “Alessandro Borghese 4 Ristoranti” prosegue attraverso l’Italia, toccando Lucca, Monza e Mantova nelle prossime settimane.

I ristoranti che partecipano al programma sono riconoscibili attraverso il “bollino” #Ale4Ristoranti esposto all’esterno, garantendo la qualità dei locali testati direttamente dai ristoratori stessi.

Questa puntata è realizzata in collaborazione con PromoTurismo Friuli-Venezia Giulia. Esplora la cucina di Gorizia con Alessandro Borghese 4 Ristoranti, un viaggio culinario attraverso sapori autentici e storie affascinanti.