Sapevi che anche il bere il caffè ha le sue regole che vanno dal come servirlo alla degustazione? Un vero e proprio galateo del caffè per gustarlo nel modo giusto. Scopriamolo insieme!

Galateo del caffè le regole per riscoprire il piacere di un rito tutto italiano

Galateo del caffè (Foto di fancycrave1 da Pixabay)

Un tempo sorseggiare caffè era simbolo di appartenenza a determinati ceti sociali, perché era un’abitudine legata prevalentemente alla frequentazione di salotti di politici e letterati. Oggi invece bere una tazzina di caffè è diventata una pratica comune, legata non solo a piacevoli chiacchierate ma consumata anche al volo al bancone del bar.

Questo non vieta però di riscoprire, per quei momenti in cui possiamo gustarlo con calma nel salotto di casa e in buona compagnia, le regole previste dal galateo del caffè.

GALATEO DEL CAFFÈ

Come servire il caffè a casa

Quando abbiamo ospiti siamo solito servire il caffè a fine pasto, a tale proposito il galateo vuole che lo si serva non a tavola ma in salotto accompagnato da un dolce. Se si usa la moka per prepararlo, questa va portata al tavolo con un vassoio insieme alle tazzine, allo zucchero e al bricco con il latte. Se invece si utilizza una macchina elettrica il caffè va portato mano a mano che è pronto per evitare che si raffreddi.

Inoltre il caffè andrebbe servito nelle tazzine calde. Per scaldarle si possono utilizzare appositi scaldatazzine che si trovano in commercio, oppure la funzione di riscaldamento piatti della lavastoviglie, o ancora metterle in forno per una decina di minuti alla temperatura minima, oppure metterle sopra la macchina del caffè accesa, se questa ha l’apposito spazio. Fai attenzione alla loro temperatura quando le servi, devono essere calde non incandescenti 😉

Come gustare il caffè

Come ci dobbiamo comportare quando invece il caffè ci viene servito?

  1. Vedrai che insieme al caffè ti è stato servito un bicchiere d’acqua, questo va bevuto prima del caffè perché serve a pulire la bocca da eventuali sapori rimasti dal pasto appena consumato.
  2. A questo punto dopo aver bevuto l’acqua, mescola il caffè, anche se lo bevi senza zucchero. Ma attenzione perché non si mescola girando il cucchiaino nella tazzina, bensì con un movimento dall’alto verso il basso, senza urtare le pareti della tazzina.
  3. Dopo aver mescolato il caffè, va poggiato il cucchiaino sul piattino a destra della tazzina senza metterlo in bocca.
  4. Prendi la tazzina per il manico cercando di non alzare il mignolo! Gesto che, a differenza di un errato pensiero diffuso, non simboleggia affatto raffinatezza, ma solo un atteggiamento inappropriato.
  5. Ora puoi finalmente gustare il tuo caffè evitando però di soffiare per raffreddarlo e di fare rumori inopportuni. Se proprio senti che è troppo caldo, lascialo intiepidire qualche secondo prima di berlo.

Queste poche semplici regole ti faranno riscoprire il piacere del caffè, trasformandolo in un vero e proprio rito, oltre a farti fare un figurone anche nelle situazioni più formali.

E tu come lo prendevi il caffè? Ora che hai scoperto il galateo del caffè, cambierai le tue abitudini? Faccelo sapere nei commenti al post 🙂