Claustrofobia è la divertente e dissacrante black comedy bancaria diretta da Alberto Ferrari, che ha inaugurato la nuova stagione del Teatro 7 di Roma. In scena dal 27 settembre al 9 ottobre.

locandina- claustrofobia -teatro7Dal regista delle serie tv di successo I misteri di Laura e Distretto di polizia, Alberto Ferrari, è sbarcata il 27 settembre scorso sul palco del Teatro 7 di Roma la black comedy bancaria Claustrofobia, ispirata a fatti di cronaca tristemente noti e quanto mai attuali.

Uno scandalo bancario che come al solito colpisce ignari correntisti, tre strani personaggi quanto mai diversi tra loro, un caldo venerdì sera d’estate in cui la Nazionale sta per giocare una partita degli Europei di calcio e un destino dispettoso e beffardo sono gli ingredienti di questa divertente commedia, che vedrà impegnato sul palco del Teatro 7 di Roma l’affiatatissimo trio composto da Fabrizio D’Alessio, Andrea Dianetti e Gabriele Carbotti.

Una commedia dal retrogusto un po’ amaro e dai temi tristemente noti, che vede i tre protagonisti coinvolti in un confronto quanto mai ravvicinato e senza possibili scappatoie, perché avviene nel caveau della banca di cui Tommaso (Andrea Dianetti), è il giovane direttore e sta aspettando per chiudere la filiale e andare a casa, che il facoltoso cliente Francesco (Fabrizio D’Alessio), finisca di prelevare delle cose dalla sua cassetta di sicurezza. Tutto sembra filare per il verso giusto, quando irrompe nella camera blindata un rapinatore mascherato armato di pistola, che manda all’aria i loro piani. La chiusura a tempo della porta blindata farà il resto, bloccando i tre nell’angusto spazio fino al lunedì mattina alle 6 quando la porta si riaprirà.

Lo spazio ristretto, la carenza di aria derivante dal funzionamento in risparmio energetico dell’impianto di aerazione durante il fine settimana, la mancanza di cibo e acqua unite alla convivenza forzata porterà i tre a gettare la maschera, abbandonare qualsiasi freno inibitore e a tirare fuori frustrazioni, aspettative deluse, ansie e paure imposte dal ruolo che ciascuno di essi ha al di fuori di quelle quattro mura, che nonostante tutto ora sembrano quanto mai rassicuranti. Ma cosa accadrà quando il lunedì mattina quella porta si riaprirà e ognuno dovrà tornare alle proprie responsabilità?

Tra colpi di scena, continui ribaltamenti di fronte, personaggi che passano continuamente da vittima a carnefice, risate amare e riflessioni si arriva senza quasi accorgersene al finale davvero sorprendente che non potrà che invitare lo spettatore ad un’ennesima riflessione non solo sull’odierna realtà scandita dalla volontà delle banche, ma sulla stessa natura umana.

Teatro 7, via Benevento 23, 00161 Roma

Informazioni e prenotazioni: telefono 06.44236382, mail teatro@teatro7.it

Orario botteghino: dal lunedì al sabato 10.30-21.00; domenica 16.00-18.00

Orario spettacoli: dal martedì al sabato ore 21, domenica ore 18, lunedì riposo

Biglietti: intero € 24, ridotto € 18 (prevendita compresa)