Il ristorante Gialle & Co. propone ai milanesi la versione italiana della baked potato farcita in tutti i modi possibili. Provatela in via Volta 12: non ve ne pentirete!

baked potato gialle & co. ristoranteHa aperto a fine ottobre Gialle &Co., un locale che reinterpreta, in chiave italiana, un must della cucina inglese: la baked potato. Abbiamo parlato con uno dei soci responsabili, Antonio Testa, che ha in esclusiva per noi di Lifestlemadeinitaly.it ci ha spiegato il concept del suo locale e ci ha fatto entrare pian piano nell’atmosfera di un locale piccolissimo ma che, come uno scrigno, contiene al suo interno tutto quanto necessario per poterlo definire un gioiellino in versione giovane di un’idea anglosassone italianizzata. Vi suona male? Nessun problema, dovete solo capire di che cosa stiamo parlando, perché in effetti io, un locale così, non lo avevo mai visto. E direi che questo è assolutamente un bene. Innovazione nella semplicità. Del resto che cosa c’è di più semplice, naturale e genuino di una patata?

Parliamo di una materia prima di eccellenza della nostra terra trasformata in una vera e propria prelibatezza grazie alle mani sapienti della creatività culinaria del nostro Paese.

L’idea nasce da un viaggio a Londra di cinque amici che, alla ricerca di qualcosa di tipico da mangiare, approdano in quello che gli dicono essere il miglior posto per mangiare le famosissime baked potatoes. Ne ordinano diverse e sono sicuramente incuriositi dalla fantasia nella preparazione ma non allo stesso modo dal gusto: troppo pesante e comunque dal gusto un po’ insapore. Ecco che allora decidono di sfidare la proprietaria cucinando loro una baked potato all’italiana e in cambio carpire i segreti della ricetta tradizionale. Nascerà in quell’occasione la prima baked potato di Gialle & Co.: la Threecolore con stracciatella, pomodorini e songino e darà l’avvio al progetto italiano.

Concept studiato nei minimi dettagli: rurale, vintage e moderno fusi in un elegante connubio

Vorrei soffermarmi un momento sul design che ha visto chef, interior designer, art director ed esperti di marketing tutti impegnati a disegnare un’identità precisa e forte al locale da ogni punto di vista. Il risultato potrei dire che è stato eccellente e molto originale.

Entrando capirete subito l’ispirazione a luoghi rurali e genuini grazie all’utilizzo di materiali grezzi che però, in base agli accostamenti fatti, diventano assolutamente raffinati e inusuali.

Il design è elegante nella sua essenzialità e presenta pezzi vintage alternati a materiali ultramoderni. Per esempio, nella sala principale troviamo una fontana liberty da giardino recuperata da un’antica villa nobiliare, mentre i banconi e i tavoli sono fatti da antiche pietre vicentine del Gottardo rimaste all’aperto sotto le intemperie per anni.

Ma la vera innovazione è la serra che è stata costruita all’interno del locale: cucina e bar sono racchiusi all’interno di un collage di vecchie vetrate vintage recuperate in tutta Italia. L’intento è voler trasmettere la sensazione di mangiare all’esterno pur essendo all’interno. Il gioco di dentro e fuori ci proietta in un mondo rurale che ci allontana per qualche ora dalla caotica Milano.

Proposte “in giallo” per tutti i gusti e anche per l’aperitivo

Le proposte di baked potatoes hanno un costo che va dai 7 agli 11 euro. In linea con il concept del locale, anche i nomi sono particolari e divertenti e descrivono l’ingrediente principale. Si dividono in Fishytariane per chi ama il pesce, Meatariane per i carnivori e per il popolo green sempre più nutrito si può scegliere anche tra le Veggytariane e le Vegane.

Trovata divertente e molto apprezzata per l’ora dell’aperitivo la selezione di mini baked potatoes farcite e servite come finger food. Una degustazione di 6 mini baked potatoes vi costerà 14 euro. Dalle 19 alle 20.30 potrete accompagnare la degustazione con una selezione di birre artigianali del birrificio Canediguerra di Alessandria o con un calice di ottimo vino.

Info: www.gialleandco.com