Per il secondo anno consecutivo Piazza di Siena ospita le iniziative legate alla campagna di sensibilizzazione “Diamo il Meglio di noi” intesa a promuovere la cultura del dono e l’importanza del trapianto di organi, tessuti e cellule. Ecco il programma

In occasione della XX Giornata Nazionale per la Donazione e il Trapianto, promossa dal Ministero della Salute e dal Centro Nazionale Trapianti in collaborazione con le associazioni di settore, prosegue la campagna di sensibilizzazione “Diamo il Meglio di noi” intesa a promuovere la cultura del dono e l’importanza del trapianto di organi, tessuti e cellule.

Per il secondo anno consecutivo è Piazza di Siena, capofila di tutte le piazze italiane, ad ospitare le iniziative culminanti domenica 28 maggio, grazie al sodalizio nato dall’adesione del Coni e della Federazione Italiana degli Sport Equestri a “Diamo il meglio di noi”, che punta anche a costruire una rete di associazioni di volontariato, istituzioni, enti pubblici e aziende private disponibili a diffondere la cultura della donazione di organi e a sostenere l’espressione di volontà sulla donazione.

Un network di eccellenze come il Coni, l’Avis, l’agenzia spaziale italiana, Telethon, Eataly, Fise, E-On energia, Elica e tante altre che si sono impegnate a informare i propri iscritti e dipendenti con una serie di iniziative di comunicazione interna per diffondere la cultura del dono.

Con “Diamo il meglio di noi” lo sport diventa ancora di più occasione di impegno civico e sociale, perché con il sostegno di tutti è più facile fare informazione, condividere esperienze e progetti, aumentare il numero di chi si esprime a favore della donazione.

Quest’anno oltre alle numerose iniziative sul territorio, “Diamo il meglio di noi” celebra la Giornata Nazionale della donazione anche ‘on air’ con una maratona radiofonica sulla emittente nazionale più ascoltata in Italia: RTL 102,5. Infatti dalle 8 del mattino fino alla sera gli speaker e i dj si alterneranno in consolle parlando di donazione, trapianto e dichiarazione di volontà, ricordando a tutti l’importanza di questa giornata.

Sarà inoltre possibile ascoltare sulle principali emittenti nazionali il nuovo spot radio con l’attore Pino Insegno, nuovo testimonial della campagna.

Ma veniamo al programma delle iniziative promosse dal Centro nazionale trapianti per Piazza di Siena:

  • Gestione di un punto informativo per tutta la durata dell’evento. Gli esperti del Centro Nazionale Trapianti e i volontari delle associazioni di settore saranno a disposizione di tutte le persone che transiteranno nell’area di Piazza di Siena e che vorranno informazioni sulle attività del Centro e sulle modalità di dichiarazione della propria volontà in merito alla donazione di organi.
  • “Salvo e Gaia”, un cartone animato per fare informazione. Giovedì 25 e Venerdì 26 Maggio il Ministero della Salute e il Centro Nazionale Trapianti saranno lieti di accogliere presso il proprio punto informativo gli studenti delle scuole primarie ai quali verrà presentato il cartone animato “Salvo e Gaia”, un viaggio nel corpo umano per spiegare ai più piccoli come funziona il nostro organismo e l’importanza della cultura della solidarietà.
  • Caccia al tesoro. Sabato 27 maggio a partire dalle 16:00 i bambini di età compresa tra i 6 e gli 11 anni potranno partecipare ad una caccia al tesoro nell’area attigua a Viale dei Pupazzi. Cinque squadre di bambini capitanate da un pony si contenderanno il premio della solidarietà. La partecipazione è gratuita e fino ad esaurimento posti.
  • Street musical. Domenica 28 maggio, giornata della XX GIORNATA NAZIONALE DELLA DONAZIONE E TRAPIANTO, gruppi di giovani animeranno le strade di Villa Borghese con brevi coreografie per intrattenere la popolazione e distribuire materiale informativo.

I DATI DEL TRAPIANTO IN ITALIA

Secondo i dati preliminari aggiornati al 31 marzo 2017 la donazione e il trapianto degli organi in Italia sono in continua crescita migliorando i risultati positivi del 2016.

In particolare i donatori utilizzati p.m.p. (per milione di persone) nel 2017 sarebbero 24,6 con un aumento di 3,2 rispetto all’anno precedente (21,4), che corrisponde ad un aumento percentuale del +14,9%.

In crescita anche i dati dei trapianti di rene (2012 contro i 1791 del 2016 incluse tutte le combinazioni), quelli di fegato (incluse tutte le combinazioni, ovvero sia split che intero) che passano da 1117 a 1273 con una crescita percentuale del 14% e anche seppur di poco i trapianti di cuore (da 266 a 276).