Il Gruppo “La salute: un bene da difendere, un diritto da promuovere” riunisce per il secondo anno consecutivo i principali stakeholder in occasione del “World Cancer Day”. Testimone d’eccezione della giornata la ballerina, coreografa e star televisiva Carolyn Smith

World Cancer Day 2024L’impegno congiunto di tutte le forze politiche nel garantire i diritti dei pazienti oncologici e onco-ematologici ha caratterizzato per il secondo anno consecutivo la celebrazione del “World Cancer Day” da parte del Gruppo “La salute: un bene da difendere, un diritto da promuovere”. Il Gruppo, che festeggia il suo decimo anno di attività nel 2024, unisce 45 Associazioni pazienti, una Commissione tecnico-scientifica e un Intergruppo parlamentare “Insieme per un impegno contro il cancro”. Questa collaborazione mira a proporre soluzioni pratiche e sostenibili, focalizzate sull’umanizzazione delle cure attraverso interventi psico-sociali per migliorare la salute e la qualità di vita dei malati, promuovendo una presa in carico completa della persona affetta da tumore.

Come primo passo nel nuovo anno, il testo unificato del disegno di legge che disciplina comporto e permessi per i lavoratori affetti da malattie oncologiche e onco-ematologiche è stato discusso nell’Aula della Camera. Questo rappresenta un significativo progresso nell’iter che si prevede conduca nel 2024 all’approvazione finale del DDL.

La testimonianza di Carolyn Smith, ballerina, coreografa e star televisiva, durante la giornata è stata un toccante richiamo all’umanizzazione delle cure e agli interventi psicosociali. La sua esperienza come paziente oncologica ha evidenziato l’importanza di tali approcci, condividendo il progetto “Dance for Oncology” come un modo efficace di migliorare la salute mentale e fisica dei pazienti.

Carolyn Smith, il ministro per le disabilità Alessandra Locatelli e il prsidente di Salute Donna Anna Maria Mancuso

Le 45 Associazioni pazienti del Gruppo esprimono soddisfazione per l’avanzamento del DDL per i lavoratori affetti da malattie tumorali e ringraziano coloro che hanno sostenuto l’impegno per tutelare i diritti fondamentali dei pazienti. Annamaria Mancuso, Presidente di Salute Donna ODV e Coordinatrice del Gruppo di advocacy, sottolinea l’importanza di non lasciare soli i pazienti, migliorando l’accesso alle cure e riducendo le disuguaglianze.

Con 395.000 nuove diagnosi di tumore stimare per il 2023, il World Cancer Day 2024 si allinea al tema “Close The Care Gap”, riflettendo le priorità del Gruppo nel colmare le disuguaglianze nell’accesso alla prevenzione e alle cure tra le Regioni italiane.

L’On. Vanessa Cattoi, Coordinatrice dell’Intergruppo parlamentare “Insieme per un impegno contro il cancro” alla Camera, sottolinea gli obiettivi futuri dell’Intergruppo, tra cui il coinvolgimento strutturato dei pazienti nei processi decisionali sanitari e la calendarizzazione di proposte di legge chiave.

Il Sen. Guido Quintino Liris, Coordinatore dell’Intergruppo parlamentare in Senato, riconosce l’importanza della sostenibilità finanziaria per realizzare gli obiettivi dell’Accordo di legislatura 2022/2027, evidenziando il ruolo significativo della legge finanziaria nella promozione della ricerca, prevenzione e assistenza dei pazienti oncologici e onco-ematologici.

Il Gruppo “La salute: un bene da difendere, un diritto da promuovere” sta preparando i suoi rappresentanti attraverso il primo Corso di perfezionamento in Italia in collaborazione con l’Università degli Studi di Pavia. L’obiettivo è fornire le conoscenze necessarie per condurre attività di advocacy e partecipare attivamente al ridisegno del sistema sanitario futuro.

Crediti foto: Angelo Costanzo