CellarVerse vino e metaversoUno degli argomenti di cui si è discusso di più negli ultimi anni è sicuramente il meccanismo della realtà virtuale e, in particolare, l’avvento del metaverso. Si tratta di un universo virtuale in cui le aziende stanno continuando ad investire, rendendolo sempre più ricco di opzioni per gli utenti: dalla possibilità di fare acquisti in negozi di abbigliamento nel mondo online alla presenza di influencer virtuali con cui interagire, le opportunità offerte dalle aziende sono in continua crescita. E se vi dicessimo che è possibile anche farsi un giro virtuale tra le cantine di vino? È proprio questa l’idea su cui si basa il progetto di Paolo Angeleri e Rosangela Mastronardi insieme a Salvatore Bruno, Antonella Groppo e Daphne Rechberger, portato avanti tramite la startup CellarVerse.

CELLARVERSE PORTA LE CANTINE NEL METAVERSO

Grazie a CellarVerse ogni utente ha a disposizione le cantine italiane direttamente nel metaverso, tramite un network creato dalla startup sulla base di un’attenta selezione. CellarVerse si rivolge quindi non solo al consumatore finale, ma anche agli operatori del settore del vino, che possono accedere ad un nuovo e innovativo canale di distribuzione delle proprie etichette, entrando a far parte di un network che punta a valorizzare anche piccole aziende e prodotti più di nicchia.

Ma come funziona l’innovativo servizio offerto da CellarVerse per gli acquirenti? Gli appassionati di vino hanno ora la possibilità di fare acquisti nel metaverso, scegliendo tra diverse opzioni con cui arricchire la propria collezione di bottiglie, sia virtuale che reale. Acquistando la bottiglia in NFT, infatti, si avrà a disposizione anche una bottiglia reale ad essa associata, che rimarrà conservata fisicamente in cantina e diventerà di proprietà dell’acquirente, a cui sarà visibile nella propria cantina virtuale del metaverso. Inoltre, l’utente che ha effettuato l’acquisto potrà richiedere la spedizione a casa propria della bottiglia reale. Ciò rende i confini tra mondo fisico e digitale ancora più sfumati, avvicinando queste due realtà e rendendo ancora più accessibili le cantine di vino ai consumatori.

L’acquisto di un NFT conferisce l’accesso a vita alla community di CellarVerse e grazie a ciò si potrà prendere parte a numerosi eventi organizzati non solo in luoghi reali, ma anche in una cantina del metaverso che è attualmente in corso di realizzazione. Si tratterà di un luogo virtuale di ritrovo per gli amanti del vino, dove vivere a pieno l’esperienza immersiva di questa tecnologia innovativa e coltivare ancora di più la propria passione in condivisione con gli altri membri della community.

Questo nuovo progetto punta a valorizzare non solo la qualità dei prodotti offerti dai diversi operatori del settore del vino, bensì si concentra anche sul mondo dell’arte attraverso delle collaborazioni artistiche. In particolare, CellarVerse collabora con Deodato Arte, famoso brand nel settore della Pop e Street Art, che interpreta l’arte come qualcosa che non deve essere elitario, bensì accessibile a tutti. Altra collaborazione che celebra il valore dell’arte è quella con Mr. Savethewall, uno street artist comasco che realizza murales dipingendoli su nastro adesivo e non direttamente sul muro, facendo in modo che si possano togliere più facilmente e senza rovinare la parete sottostante. Grazie a queste due importanti collaborazioni, CellarVerse ha la possibilità di trasformare ottime bottiglie di vino in vere e proprie opere d’arte a disposizione degli appassionati, unendo questi due mondi in un unico prodotto.

By Elisa Cattozzi