Ferie in vista ma non hai ancora deciso dove andare perché non vuoi spendere una fortuna e senza incorrere nei viaggi truffa (travel scam)? Ecco i consigli degli esperti per vacanze last minute senza stress

Vacanze last minute e rischio truffeCon le ferie ormai alle porte, in tanti sono alla ricerca dell’offerta di viaggio migliore, magari anche per vacanze last minute, per godersi un meritato break dalla routine di tutti i giorni. E se per alcuni l’organizzazione tardiva di qualche giorno di svago può essere un momento di piacere, per altri l’idea di dover effettuare una prenotazione all’ultimo momento può trasformarsi in un vero e proprio motivo di stress e ansia. Sensazioni che tenderanno ad aumentare tanto più saranno il bisogno di controllo, la difficoltà nel gestire gli imprevisti e le alte aspettative rispetto a quello che si pensa succederà in vacanza.

Durante la fase di prenotazione di un viaggio estivo, inoltre, specialmente se fatta online e in completa autonomia, si corre il rischio di imbattersi in offerte “troppo belle per essere vere”: i cosiddetti viaggi truffa (travel scam), infatti, sono sempre dietro l’angolo e aumentano notevolmente in questa stagione.

La banca online N26 e il servizio di psicologia online Unobravo conoscono bene queste dinamiche e forniscono alcuni semplici consigli per affrontare in maniera più serena e sicura questo momento.

CONSIGLI PRATICI PER PRENOTARE UN VIAGGIO SENZA STRESS

Conoscere sin dall’inizio le difficoltà della prenotazione di vacanze last minute, sottolinea la Dottoressa Valeria Fiorenza Perris, Psicoterapeuta e Clinical Director di Unobravo, è sicuramente positivo: aiuta a tarare le nostre aspettative e goderci il viaggio nonostante gli imprevisti. Questo non deve impedirci di mantenere alta l’attenzione sui temi della sicurezza online, per evitare di acuire il timore che qualcosa possa andare storto o di trovarsi a dover gestire inconvenienti e scenari deludenti.

Fondamentale quindi è, secondo gli esperti della sicurezza del team Trust&Safety della banca online N26, mantenere una sana dose di scetticismo nell’approccio al mondo online e seguire alcuni semplici consigli pratici, come:

  • Non lasciarsi tentare dai prezzi troppo bassi e quindi irrealistici
  • Controllare le recensioni degli utenti che hanno già usufruito della struttura
  • Scambiare informazioni e comunicazioni con la struttura esclusivamente sulle piattaforme ufficiali
  • Utilizzare solo metodi di pagamento affidabili.

Tuttavia, a volte l’attenzione non è sufficiente. Cosa fare allora quando ormai il peggio è capitato e ci rendiamo conto di essere al centro di un raggiro o di una vera e propria truffa? Dinnanzi alla rabbia per non essersi resi conto dell’inganno, infatti, può capitare persino che si arrivi a dubitare della propria capacità di discernimento fino a colpevolizzarsi per l’accaduto.

La Dottoressa Valeria Fiorenza Perris di Unobravo ricorda che esistono particolari momenti della vita, periodi di stanchezza, preoccupazione o fragilità, in cui può succedere di non prestare attenzione a dettagli che, in un altro momento, non sarebbero stati sottovalutati e avrebbero rappresentato un campanello d’allarme. Può capitare, indipendentemente dalle caratteristiche individuali, di desiderare fortemente qualcosa che spinge a guardare i potenziali rischi con meno lucidità.

Il consiglio della Dottoressa Fiorenza Perris, quindi, è quello di attraversare i propri sentimenti, senza giudicarsi o colpevolizzarsi, esprimere i propri vissuti e, se necessario, chiedere aiuto per gestire le conseguenze emotive della truffa subita per lasciarsi alle spalle l’accaduto.

Dal punto di vista pratico, invece, le raccomandazioni della banca online N26 sono:

  • Contattare direttamente il proprio provider e-mail e l’azienda di cui sono state imitate le informazioni per comunicare cos’è successo;
  • Rivolgersi alla Polizia Postale nel caso in cui i propri dati sensibili siano stati rubati
  • Rivolgersi alla propria banca: i clienti N26, ad esempio, possono segnalare ogni caso di phishing utilizzando la chat presente all’interno dell’app e sul sito web N26.

La partnership di Unobravo e N26

L’obiettivo di N26 è quello di semplificare la gestione del denaro e la vita dei propri clienti, ma anche di supportarli nel migliore dei modi. Da questa volontà nasce la partnership con Unobravo, il servizio di psicologia online che si propone come un punto di riferimento affidabile ed empatico nella vita delle persone, per aiutarle nel raggiungimento del proprio benessere psicologico. Attraverso un innovativo questionario, ciascun utente viene abbinato al terapeuta Unobravo più adatto per esigenze, affinità e problematiche, tra oltre 3.500 professionisti, fornendo a ogni paziente una terapia online su misura e d’eccellenza.

Grazie a questa collaborazione, i clienti N26 in possesso di un conto N26 Standard potranno usufruire di un primo incontro conoscitivo gratuito e del 15% di sconto sulla prima seduta a pagamento, mentre i titolari di un conto N26 premium (N26 Smart, N26 You o N26 Metal) avranno diritto al 10% di sconto sulle prime 3 sessioni.