Arriva alla GAM di Milano per l’ottava e ultima tappa della Guggenheim UBS MAP Global Art Initiative Una Tempesta dal Paradiso: Arte Contemporanea del Medio Oriente e Nord Africa

Una Tempesta dal ParadisoArriva alla Galleria d’Arte Moderna di Milano (GAM) dall’11 aprile al 17 giugno 2018 la mostra Una Tempesta dal Paradiso: Arte Contemporanea del Medio Oriente e Nord Africa (But a Storm Is Blowing from Paradise: Contemporary Art of the Middle East and North Africa), per l’ottava e ultima tappa della Guggenheim UBS MAP Global Art Initiative (MAP), collaborazione storica tra Guggenheim e UBS.

L’esposizione curata da Sara Raza (curatrice della Guggenheim UBS MAP per il Medio Oriente e il Nord Africa), in collaborazione con Paola Zatti (Conservatore Responsabile della Galleria d’Arte Moderna), e Omar Cucciniello (Conservatore della Galleria d’Arte Moderna), si pone l’obiettivo di stimolare una riflessione “su una regione vitale del mondo d’oggi” come dichiarato da Richard Armstrong, direttore del Solomon R. Guggenheim Museum and Foundation.

Il titolo della mostra si ispira all’opera di Rokni Haerizadeh, uno degli artisti presenti, che, a sua volta, cita un saggio del filosofo tedesco Walter Benjamin. Ma una Tempesta Spira dal Paradiso (But a Storm Is Blowing from Paradise, 2010) di Rokni Haerizadeh consiste in una serie di opere su carta basate su immagini acquisite da mezzi di informazione di massa. Questa insieme alle opere di altri 12 artisti occuperanno fino al prossimo 17 giugno le sale al pianterreno della GAM. Sono opere che esplorano attraverso un’ampia gamma di mezzi espressivi tra i quali lavori su carta, installazioni, fotografia, scultura e video, i temi interconnessi della migrazione, della dislocazione, dell’architettura, della geometria e della storia.

Inoltre durante tutto il periodo della mostra verranno organizzate una serie di iniziative: workshop, tavole rotonde, seminari e programmi didattici che coinvolgeranno pubblico, studenti e famiglie.

Artisti presenti in mostra

  • Lida Abdul (n. 1973, a Kabul; vive e lavora a Los Angeles e a Kabul)
  • Abbas Akhavan (n. 1977, a Teheran; vive e lavora a Toronto)
  • Kader Attia (n. 1970, a Dugny, Francia; vive e lavora a Berlino)
  • Ergin Çavuşoğlu (n. 1968, a Targovishte, Bulgaria; vive e lavora a Londra)
  • Ali Cherri (n. 1976, a Beirut; vive e lavora a Beirut e a Parigi)
  • Joana Hadjithomas e Khalil Joreige (entrambi n. 1969, a Beirut; vivono e lavorano a Beirut e a Parigi)
  • Rokni Haerizadeh (n. 1978, a Teheran; vive e lavora a Dubai)
  • Susan Hefuna (n. 1962, a Berlino; vive e lavora a Düsseldorf)
  • Iman Issa (n. 1979, al Cairo; vive e lavora a New York)
  • Gülsün Karamustafa (n. 1946, a Ankara; vive e lavora a Istanbul)
  • Hassan Khan (n. 1975, a Londra; vive e lavora al Cairo)
  • Ahmed Mater (n. 1979, a Tabuk, Arabia Saudita; vive e lavora a Gedda, Arabia Saudita)

Per ulteriori informazioni, visitate gam-milano.com.