Quale momento migliore per donare un po’ di gentilezza se non il Natale? Ecco allora un consiglio letterario che la celebra: “La rivoluzione dei piccoli gesti” di Adele Chiabodo edito da Garzanti, il cui sottotitolo recita “La gentilezza è l’unica arma che può cambiare il mondo” (trama e recensione)

La rivoluzione dei piccoli gesti Adele ChiabodoSicuramente il Natale è uno dei momenti dell’anno in cui siamo più ricettivi verso i buoni sentimenti. Tutto sembra magicamente avvolto da luci, colori e profumi inebrianti e il tempo sembra sospeso nell’attesa del 25 dicembre. Sta di fatto che a Natale “quasi” tutti ci sentiamo più buoni con tanta voglia di donare e ricevere coccole o anche solo più propensi a fare piccoli gesti gentili. Piccoli gesti che, come scrive Adele Chiabodo nel suo ultimo romanzo “La Rivoluzione dei piccoli gesti“, “possono cambiare il mondo”. Piccoli gesti come il dono di un libro appunto, e quello di Adele è un ottimo candidato per questo periodo.

TRAMA

Una lettura leggera, piacevole e intensa, che ti avvolge, lungo le sue 142 pagine, proprio come una coccola conducendoti per mano al cassetto della caffetteria di un piccolo borgo che si anima solo d’estate. Un cassetto in cui giace dimenticato un dono inaspettato: un taccuino con la copertina piena di polvere regalato da Ella, una donna straniera, a Durante, burbero proprietario del locale.  Nelle pagine del taccuino sono custoditi preziosi consigli per ritrovare la felicità attraverso piccoli gesti, in apparenza insignificanti, di cui Ella conosce il potere salvifico. Perché c’è una gioia irresistibile nel riscoprire la bellezza del quotidiano. Durante l’ha accolta con diffidenza, ma sembra proprio aver bisogno di uno spunto per riscoprire sotto una nuova luce le vecchie abitudini, ormai date per scontate. Per questo, Ella lo accompagna, con gentilezza, nelle sue avventure di tutti i giorni: preparare una confettura di albicocche fresche, organizzare brunch, guardare insieme le stelle cadenti la notte di San Lorenzo… Piccole cose in cui possiamo riscoprirci felici, come Ella ha imparato per prima. E chissà, forse anche Durante riuscirà ad aiutarla a superare il suo doloroso passato, se avrà il coraggio di prendere in mano quel taccuino e aprire il suo cuore.

RECENSIONE

Un’affascinante e coinvolgente storia di rinascita e trasformazione, che ti tiene incollato fino all’ultimo punto, donando al lettore serenità e la bellissima sensazione di vivere quell’esperienza in prima persona, tanto di riuscire in alcuni casi ad avvertire profumi e suoni. Questo grazie alla scrittura dell’autrice, così evocativa e poetica da essere in grado non solo di catturare in poche pagine la vera essenza della bellezza, ma anche di trasformarla in immagini che scorrono come un film davanti agli occhi del lettore. Lettore che alla fine de “La rivoluzione dei piccoli gesti” si sentirà sereno e sazio, come dopo aver bevuto una fumante tazza di tè o di cioccolata calda.

Assolutamente da leggere e da condividere con gli altri, perché la bellezza e la gentilezza, più di ogni altra cosa, vanno condivise perché davvero sono “due delle poche cose che possono rendere il mondo un posto migliore“!

TITOLO: La rivoluzione dei piccoli gesti
AUTRICE: Adele Chiabodo
EDITORE: Garzanti
PAGINE: 142
PREZZO DI COPERTINA: 16 € (clicca QUI per acquistare su Amazon a 15,20 €)