Toilet Party: la nuova divertentissima commedia della Compagnia Doppia Coppia, un’ora e mezza di risate a suon di gag, battute e situazioni esilaranti.

Toilet-Party-Doppia-Coppia-Emiliano-Morana

Dopo i successi di “Dimmi che stai scherzando?!”, commedia con cui la Compagnia Doppia Coppia debutta nel 2014 e di “100 modi per dirti ti lascio”, andato in scena al Teatro Petrolini di Roma, i quattro attori tornano con una nuova brillante ed esilarante commedia diretta da Claudio Insegno: “Toilet Party”.

Lo spettacolo, in scena dal 6 all’11 Ottobre al Teatro Porta Portese di Roma, vede i quattro componenti della Compagnia Doppia Coppia, alle prese con una festa a sorpresa organizzata da Sofia (Giulia Di Turi) per il compleanno del suo fidanzato Paolo. Man mano che arrivano gli invitati, la padrona di casa mostra il suo bagno, in cui si dovranno nascondere all’arrivo del festeggiato. Tra gli invitati ci sono Aldo (Emiliano Morana), fratello di Sofia, tornato appositamente da Londra per l’occasione, Giangiacomo (Giovanni De Anna), un banditore d’asta cialtrone, amico d’infanzia del festeggiato, e la bella Elia (Laura Bonato), la tipica ragazza sexy ma senza cervello, di cui Sofia è estremamente invidiosa. Ad un certo punto credendo che Paolo stia rincasando, si nascondono tutti in bagno come da copione, ma è un falso allarme perché non è il festeggiato, ma…la porta non si riapre.

Come andrà a finire? Andate a teatro per scoprirlo! Noi nel frattempo abbiamo avuto il piacere di intervistare Emiliano Morana, uno dei componenti della Compagnia Doppia Coppia, nonché autore delle loro commedie, per cercare di scoprire qualcosa in più.

Come nasce l’idea di Toilet party?

“L’idea nasce dalla collaborazione con il regista Claudio Insegno, che ci ha sottoposto molti copioni. Tra questi c’era una commedia francese che ci ha incuriosito e da lì abbiamo preso l’idea, riadattando il copione a quello che poi è diventato Toilet Party.”

Che cosa si deve aspettare il pubblico venendo a vedere “Toilet party”?

“Una commedia molto molto divertente, piena di gag e battute, in cui però non manca la morale. Il nostro obiettivo è quello di regalare allo spettatore un’ora e venti circa di assoluto relax e divertimento.”

A proposito della morale di “Toilet party”, qual’è il messaggio che volete trasmettere al pubblico?

“Trattandosi di una commedia, abbiamo scelto una morale semplice, che faccia riflettere, ma senza offuscare lo spirito goliardico dello spettacolo.

Il messaggio è che alcune volte, quando ci sono dei problemi che abbiamo paura di affrontare, preferiamo rimanere chiusi nel nostro microcosmo, anche se scomodo… mentre poi si dimostra che sarebbe stato meglio prenderli di petto e risolvere la situazione!”

Vi è mai capitato di ritrovarvi in una situazione imbarazzante come quella di cui parla la vostra nuova commedia?

“No, almeno a me personalmente no. È la prima volta che affronto una tematica del genere sia in scena che nella vita, ma non so se magari è successo ad uno degli altri componenti della Compagnia (sorride).”

Progetti futuri?

“Martedì 6 Ottobre debuttiamo appunto al Teatro Porta Portese di Roma, dove rimarremo fino all’11 e poi come abbiamo fatto per il nostro precedente spettacolo, partiremo con una tournee che porterà “Toilet party” in giro per i teatri italiani. La prossima tappa sarà Latina, quindi la Puglia, ma comunicheremo le date ufficiali nei prossimi giorni.”