Arriva il 25 ottobre nei cinema italiani Thor – Ragnarok, il terzo film Marvel con protagonista il biondo dio del tuono. Trama, trailer e recensione in anteprima

ThorDopo due film senza infamia e senza lode che hanno fatto conoscere meglio al grande pubblico il mitico Dio del tuono, arriva finalmente la pellicola che ne segna in qualche modo il riscatto: Thor – Ragnarok.

A dirigere la svolta, il regista Taika Waititi, che facendo tesoro di ciò che ha funzionato negli ultimi prodotti cinematografici di casa Marvel e cosa no, si distacca totalmente dalle orme dei due film precedenti, dando al suo Thor uno stile meno grave e ingessato, puntando su toni più leggeri e ironici in stile Guardiani della galassia. Tanto che ci troviamo di fronte ad un dio del tuono, molto più simpatico e gradevole, dalla battuta sempre pronta, dalla personalità un po’ sbruffona e capace anche di tanta autoironia.

Il nuovo capitolo si apre con Thor prigioniero di Surtur, un mostro di fuoco che vuole scatenare il Ragnarok che, secondo la profezia, distruggerà Asgard. Fortunatamente il nostro protagonista riuscirà a sconfiggerlo e a fare ritorno sul suo pianeta natale, dove però troverà ad attenderlo una brutta sorpresa: suo padre Odino è scomparso e suo fratello Loki ha preso il potere. Insieme i due fratelli inizieranno la ricerca di Odino aiutati da una vecchia conoscenza dei tanti fan della Marvel: Doctor Strange, che indicherà ai due dove trovare il sovrano morente.

Una volta trovato, Odino svelerà ai suoi due figli che il Ragnarok non è stato sventato, perché Hela, la sua prima figlia, sta tornando ad Asgard decisa a vendicarsi di essere stata esiliata. E infatti, alla sua morte, ecco arrivare Hela, che per prima cosa caccerà Loki e Thor da Asgard. In particolare quest’ultimo verrà imprigionato all’altro capo dell’universo senza il suo martello e costretto a partecipare ad un letale scontro tra gladiatori, dove ritroverà con sua grande meraviglia Hulk, di cui si erano perse le tracce dopo Avengers: Age of Ultron. Thor cercherà così di reclutare il suo vecchio compagno di Avengers per farsi dare una mano a sconfiggere Hela e salvare gli Asgardiani.

Il risultato è un film sicuramente più movimentato rispetto ai due Thor precedenti. Visivamente bello, grazie ad inquadrature ben curate e all’uso del colore, il film regala allo spettatore 136 minuti di puro intrattenimento, che, comunque, non mancheranno di raccontarci anche un’importante evoluzione del  personaggio di Thor (e che sembra il preludio per nuove interessanti avventure). Altre note di merito: la colonna sonora che aggiunge ritmo al film, portandolo su toni molto più rock anche grazie alla scelta di Immigrant song dei Led Zeppelin. Ed è rock anche il villain di turno, Hela, interpretata da una meravigliosa Cate Blanchett, che, con una superba interpretazione, ci restituisce un cattivo duro e spietato fino in fondo, straordinariamente credibile.

Un terzo capitolo senza dubbio da non perdere,  che definisce un nuovo e, secondo noi, ben riuscito, approccio al personaggio ed all’intera saga di Thor. Quindi l’appuntamento al cinema con Thor: Ragnarok, è per il 25 ottobre 2017 distribuito da The Walt Disney Company Italia.