The Vanishing - Il mistero del Faro: trama, trailer e recensioneEsce il 28 febbraio nelle sale italiane il film THE VANISHING – IL MISTERO DEL FARO. La pellicola diretta dal pluripremiato regista danese KRISTOFFER NYHOLM e interpretata da un gruppo di attori scozzesi capitanati dagli ormai famosi GERARD BUTLER, PETER MULLAN e dall’esordiente CONNOR SWINDELLS, è scritto da CELYN JONES e JOE BONE e prodotto da MAD AS BIRDS, G-BASE e KODIAK PICTURES mentre la distribuzione e di NOTORIOUS PICTURES.

Il film assume le caratteristiche del thriller psicologico e la storia si ispira ad una leggenda che trae origine da un fatto reale ancora irrisolto: il mistero del faro delle isole Flannan, un promontorio roccioso che si trova al largo della costa delle Ebridi, nella Scozia occidentale. Nel dicembre del 1900 tre guardiani del faro che si trovavano in questo remoto avamposto, scomparvero nel nulla senza lasciare alcuna traccia. Ancora oggi la loro sorte rimane avvolta nel mistero.

È proprio da questo mistero che parte la nostra storia. Tre guardiani di un faro stano per prendere servizio per sei settimane su una piccola e sperduta isola al largo della Scozia. La loro vita prosegue in maniera tranquilla e pacifica fino a che, i tre uomini, fanno una scoperta che sconvolgerà per sempre la loro esistenza: un baule pieno d’oro portato sull’isola da un naufrago in fuga. A questo punto saranno costretti a uccidere, inizialmente per difesa ma in seguito per ingordigia nel voler trattenere l’oro e poi continueranno a farlo obnubilati dalla paura, dall’odio e dalla paranoia finché rimarrà un unico sopravvissuto.

I temi principali che possiamo cogliere in The Vanishing – Il mistero del faro sono rappresentati dall’avidità, la paranoia e l’isolamento divenendo una specie di esplorazione della “de-civilizzazione dell’uomo”, un viaggio alla scoperta degli istinti più bassi dell’essere umano, che affronta questa discesa nel maelstrom, spingendosi fino al limite compiendo ruberie, dicendo menzogne e addirittura commettendo omicidi.

Nonostante il film ruoti attorno ai tre guardiani del faro e sui personaggi che essi incontrano man mano che la storia si dipana, vi è un altro personaggio fondamentale: il paesaggio ed il faro in particolare. Essendo una storia intrinsecamente scozzese , il regista e gli sceneggiatori hanno ritenuto basilare girare in Scozia ed in particolare a Galloway, nel sud-ovest della Scozia utilizzando quattro fari differenti che per loro fortuna avevano il medesimo design e verniciatura.

THE VANISHING – IL MISTERO DEL FARO è un film di per sé molto semplice dal punto di vista della trama ma anche complicato e profondo per ciò che riguarda il dramma psicologico che si trova al suo interno. Un film scomodo ma divertente allo stesso tempo, un film che emoziona, coinvolge e fa riflettere. Sono certa che vi terrà con il fiato sospeso fino alla fine e vi farà venir voglia di approfondire la storia del vero mistero delle Isole Flannan.