Trama, trailer e recensione di The Disaster Artist, il nuovo lavoro di James Franco, che ci porta sul set del film The Room del leggendario Tommy Wiseau: il peggior film mai realizzato nella storia del cinema. La parabola di un uomo, del suo sogno e di come un disastro annunciato si è trasformato in un cult senza tempo

The disaster artist James Franco recensioneJames Franco in The Disaster Artist, veste i panni sia di regista sia di attore protagonista. Il suo racconto totalmente immersivo, è quello della storia della realizzazione del film The Room di Tommy Wiseau, pellicola diventata famosa perché definita come la peggiore della storia del cinema.

Il film inizia con l’incontro a un corso di recitazione tra Greg Sestero (Dave Franco), aspirante attore di San Francisco, e il misterioso Tommy Wiseau. Greg è affascinato da Tommy per la disinvoltura con cui affronta le prove di recitazione. Tra i due, accomunati dalla voglia di diventare star di Hollywood, si instaura subito una solida amicizia che li porterà a trasferirsi nella “città degli angeli” per tentare di realizzare il loro sogno.

Seguiranno però disastrose audizioni che metteranno in luce la totale mancanza di talento di Tommy e anche di Greg (a dispetto del contratto proprio con un’importante agenzia di talenti). Quest’ultimo, deciso a farcela nonostante tutto, propone all’amico di fare un film tutto loro. Così, forte delle sue disponibilità economiche, di cui non conosceremo mai la provenienza, Tommy inizierà a scrivere la sceneggiatura e ad avviare la macchina per la produzione di The Room, di cui sarà protagonista insieme a Greg.

The Rooom è un film in cui Wiseau ha cercato di portare nella sceneggiatura, oltre che nella sua terribile interpretazione, il dolore e il profondo disagio per essere stato respinto da un mondo che non è riuscito a comprenderlo.

La totale inesperienza nel dirigere un film unita alla sua testardaggine nell’ostinarsi a non voler seguire i consigli della sua troupe, sono stati elementi determinanti nel provocare un disastroso risultato purtroppo annunciato. Eppure il film, nel corso del tempo, ha fatto registrare incredibili sold out nelle proiezioni di mezzanotte.

Siamo di fronte a una storia così incredibile che Greg Sestero nel 2013 ha deciso di raccontarla in un libro, quello a cui si è ispirato James Franco per The Disaster Artist. Un lavoro in cui si è completamente identificato in Tommy Wiseau, vestendo anche lui i panni di produttore, sceneggiatore, regista e protagonista.

E il risultato è davvero sorprendente: James Franco regala allo spettatore l’impressione di essere tornato indietro nel tempo, proprio su quel set. Riesce a cogliere appieno e a ricreare i leitmotiv e gli elementi chiave che hanno fatto di The Room il peggior film di tutti i tempi. Dagli scarni set improvvisati da Wiseau per le sue riprese affidati da Franco allo scenografo Chris Spellman; all’illuminazione e ai movimenti di macchina per simulare quelli amatoriali, opera del direttore della fotografia Brandon Trost; fino a riprodurre cast e troupe che lavorarono al film di Wiseau ricreati dalla costumista Brenda Abbandandolo, perfettamente in linea con il periodo in cui venne girato The Room.

Per non parlare poi dell’eccezionale interpretazione di James Franco, per la quale avrebbe sicuramente meritato la candidatura agli Oscar.

James Franco vs Tommy Wiseau

Insomma, un film assolutamente ben fatto, denso di significati e spunti di riflessione oltre che chiaro esempio di come la volontà spesso riesca a dare risultati del tutto insperati e di come fermarsi alle apparenze in alcuni casi possa far perdere opportunità importanti.