Trama, trailer e recensione in anteprima di The Crown 4, la nuova stagione della serie originale Netflix di successo mondiale che sarà disponibile da domenica 15 novembre 2020

The Crown 4 recensione in anteprima della serie Netflix sui Reali inglesi

The Crown 4: il Principe Carlo (JOSH O CONNOR) e la Principessa Diana (EMMA CORRIN)

Finalmente è finita l’attesa e oggi, 15 novembre, arriva The Crown 4 la nuova stagione della serie TV sulla storia del regno decennale della Regina Elisabetta II e del conflitto tra il suo io privato e pubblico. La serie scritta da Peter Morgan e ispirata dalla pluripremiata opera teatrale The Audience, si concentra sugli intrighi personali, le storie d’amore e le rivalità politiche dietro i grandi eventi che hanno influenzato la seconda metà del XX secolo. Una fedele e interessante fotografia non solo della monarchia, ma di un impero in declino, un mondo in disordine, all’alba di una nuova era.

Il sipario di The Crown 4 si alza sul finire degli anni Settanta con la regina Elisabetta (Olivia Colman) e la famiglia reale impegnati a cercare la moglie giusta per l’ormai trentenne principe Carlo (Josh O’Connor), così da garantire la linea di successione al trono. Intanto sulla nazione iniziano a pesare le controverse politiche introdotte da Margaret Thatcher (Gillian Anderson), la prima donna a ricoprire la carica di primo ministro. Le tensioni tra questa e la regina si acuiscono quando la premier conduce il paese nella guerra delle Falkland, creando conflitti all’interno del Commonwealth. Tensioni che per la regina si vanno ad aggiungere all’inasprirsi delle divisioni interne alla sua famiglia, mentre la nascente storia d’amore tra Carlo e la giovane Lady Diana Spencer (Emma Corrin) fornisce la distrazione ideale per unire il popolo britannico.

 

Netflix con The Crown ha dato vita senza dubbio alla serie perfetta in cui scrittura, messa in scena, regia e interpretazione degli attori, funzionano alla perfezione, riuscendo a mantenere vivi interesse e attenzione, stagione dopo stagione con l’introduzione di temi e personaggi sempre nuovi. Un modo innovativo di raccontare fatti storici che hanno segnato un’epoca imprimendoli nella memoria, grazie all’introduzione dell’elemento emozionale che manca nella semplice cronaca storica.

Elemento emozionale che rende umani personaggi pubblici conosciuti dal grande pubblico attraverso la bidimensionalità e il distacco della carta stampata. Infatti la serie ha il grande pregio di seguire non solo gli eventi socio-econimici vissuti dalla famiglia reale e dal loro Paese, ma anche l’evoluzione emotiva della storia dei suoi protagonisti, mostrando il peso che quotidianamente devono sostenere per mantenere alti gli standard dell’istituzione che rappresentano. Un peso che inevitabilmente ne ha plasmato decisioni e vite, come vedremo anche in The Crown 4 con la nascita dell’amore tra Carlo e Diana e il difficile e teso equilibrio dei rapporti tra la Regina Elisabetta II e il nuovo primo ministro Margaret Thatcher. Due donne estremamente forti e decise (interpretate magnificamente da due grandissime attrici), che rappresentano due mondi estremamente diversi, che dovranno imparare a conoscersi e a collaborare per il bene di tutto il Paese.

Ad arricchire il tutto, oltre agli ingredienti che abbiamo imparato ad amare nelle precedenti stagioni, una dolcissima Emma Corrin, che con una grande espressività fa rivivere la compianta e indimenticata Principessa del popolo: Lady Diana!

Non mi resta che darvi appuntamento oggi su Netflix con The Crown 4, ma fate attenzione, perché in questa stagione più che mai, un episodio tira l’altro 😉