La prima edizione del Terminillo Film Festival dal 3 al 7 febbraio porterà la commedia all’italiana di ieri e di oggi ad alta quota tra le nevi e lo splendido paesaggio della montagna di Roma. Fra gli ospiti: Raoul Bova, Violante Placido, Paolo Genovese, Serena Rossi e The Pills.

Terminillo film festival I edizione

Terminillo Film Festival I edizione

Il 27 gennaio, durante la conferenza stampa tenutasi nel rinnovato cinema Caravaggio nel cuore dei Parioli a Roma è stato presentato il programma della I edizione del Terminillo Film Festival.

Unico nel suo genere, il Terminillo Film Festival, è dedicato alla commedia all’italiana e alla montagna e si pone come obiettivo di riportare quest’ultima agli antichi fasti degli anni ’50 e ’60, quando registi del calibro dell’indimenticato maestro Ettore Scola, a cui il festival è dedicato, la sceglievano come scenografia per i loro film e stelle del jet-set internazionale venivano a trascorrerci le vacanze.

Ideatori di questo ambizioso progetto, due sognatori, Alessandro Micheli e Francesco Apolloni, direttore artistico dell’evento, che in collaborazione con Rieti Film Commission e il patrocinio del Comune di Rieti, hanno organizzato una interessantissima settimana bianca ricca di proiezioni, anteprime e incontri con molti protagonisti del cinema italiano, tra cui: Raoul Bova, Paolo Genovese, Violante Placido, Maurizio Mattioli, Ilaria Spada, Serena Rossi, Nicolas Vaporidis, Matteo Branciamore, Rocío Muñoz Morales, Pier Giorgio Bellocchio, Marco Giallini, Primo Reggiani, Euridice Axen, Michela Andreozzi, Lillo.

terminillo_film_festival-logo

Terminillo Film Festival – logo

Ad aprire le danze non poteva che essere il padre di tutti i cinepanettoni, nonché simbolo della commedia sugli sci: “Vacanze di Natale” alla presenza di Enrico Vanzina, mentre tutti i pomeriggi dell’evento saranno animati da un concorso a cui parteciperanno tredici opere, tra cortometraggi, web series e cinephone (mini film realizzati con uno smartphone), che si contenderanno questa prima edizione.

La sera invece sarà la volta degli eventi speciali, tra cui la presentazione del documentario omaggio ad Ettore Scola “Ridendo e scherzando” delle figlie Paola e Silvia Scola con la collaborazione del produttore Carlo Degli Esposti. Accanto alle commedie classiche troveranno spazio anche filoni innovativi come quello che presenteranno Gabriele Mainetti e Luca Marinelli “Lo chiamavano Jeeg Robot”, un film che sarebbe riduttivo inquadrare in una sola categoria, perché rinchiude in sé tanti generi: commedia, fantasy e comics. Altra novità sarà “il web che sbarca sul grande schermo” con “The Pills – Sempre meglio che lavorare” del famosissimo trio di Youtubers romani.

Lo chiamavano Jeeg Robot

Lo chiamavano Jeeg Robot

The Pills - Sempre meglio che lavorare

The Pills – Sempre meglio che lavorare

Non mancheranno neanche momenti di confronto e tavole rotonde con alcuni tra i più popolari protagonisti della commedia made in Italy, una su tutte, CommediAMO, che si terrà sabato mattina 6 febbraio moderata da Laura Delli Colli.

Altra importante iniziativa è la mostra permanente “Mitico Terminillo“, legata al Terminillo Film Festival, ideata dall’artista Santina Eleuteri che vedrà esposte scenografie e ritratti della commedia all’italiana in una serie di 100 opere.

Se siete amanti della commedia all’italiana, della montagna o di entrambi non lasciatevi scappare l’occasione, dal 3 al 7 febbraio, di passare una settimana bianca diversa dal solito, all’insegna del cinema e dello sci, riscoprendo le bellezze della montagna di Roma. Il programma completo del festival è disponibile sul sito www.terminillofilmfestival.it e vi farà gustare al meglio questa bella iniziativa.