L’imprevedibile piano della scrittrice senza nome (recensione)

Immaginate una ragazza che dimostra minimo 10 anni in meno dei suoi 34. Capelli corti, nerissimi e ciuffo ribelle che le copre un occhio alla Lisbeth Salander (la protagonista della fortunatissima trilogia "Millenium" di Stieg Larsson). Vi sta sorridendo ma quel sorriso non è rassicurante. Anzi, ha un qualcosa di inquietante. Forse a causa di quel rossetto viola che vi lascia addosso una sensazione di disagio. O forse perché, nel vostro intimo, percepite che vi sta scrutando l’anima. Tranquilli! non siete impazziti. Lei è davvero in grado, attraverso vostri pochi [...]