Stile industriale illuminazione a LedLa moda in fatto di design ci racconta ormai da qualche anno del gradimento trasversale che è stato raggiunto dallo stile industriale. Che si tratti di case private, alberghi o negozi la scelta di arredare i vari spazi impiegando mobili vintage e di recupero – spesso provenienti da ambienti industriali dismessi – puntando sulle tonalità di nero, grigio e marrone è diventato un mantra dei tempi moderni. Qui l’illuminazione gioca un ruolo centrale, bisogna scegliere con cura quali saranno i ‘punti luce’ più corretti e abbinare al meglio le varie lampade vintage tipiche di questo stile, con soluzioni a ridotto impatto ambientale. Anche per rispondere a un diktat sempre più globale. Ecco perché l’opzione migliore in questo caso è rappresentata dalle luci Led, sempre tenendo presente che per un risultato ottimale la fase di progettazione con gli esperti sarà un’attività cruciale.

Ambienti minimal e funzionali in stile industriale, raccontati da luci calde

Le origini dello stile industriale affondano nel XX secolo, quando negli anni ‘50 a New York gli architetti si trovarono ad affrontare la sfida di dover arredare spazi industriali per riconvertirli in case private. Al centro ci sono elementi vintage, disposti in spazi dal carattere ‘minimal’ e assolutamente funzionale. La luminosità richiesta da questi ambienti è di tipo naturale, per creare un’atmosfera calda: le lampade sospese vanno per la maggiore, in un trionfo di ganci e strutture di metallo. Pannelli Led a sospensione potranno offrire una luce soffusa e al tempo stesso un’alta efficienza energetica, ma si potrà optare anche per pannelli Led a incasso che dal soffitto diffonderanno una luce naturale. L’illuminazione indiretta può essere una scelta estremamente funzionale, per sfruttare il gioco di luci assicurato dalle molte parti metalliche presenti nell’arredamento che, tra l’altro, si sposa perfettamente anche con ambienti esterni come il giardino e la veranda. Si dovrà chiaramente tenere conto dell’armonia soprattutto visuale che dovrà esserci tra interno ed esterno (quindi tra illuminazione artificiale e naturale): no a eccessivi contrasti. Senza dimenticare che in ogni caso i tradizionali faretti con tecnologia Led potranno essere sempre posizionati con la massima libertà e risparmiando in bolletta (potendo scegliere anche soluzioni a batteria, con telecomando). In un soggiorno saranno perfetti – e di sicuro impatto scenico – i lampadari ‘retrò style’, da abbinare all’impiego di luci Led dimmerabili per creare distinte atmosfere in pochi semplici gesti.

I vantaggi di includere le luci Led nel progetto di design

L’efficienza energetica maggiore rispetto all’illuminazione tradizionale rende i Led (acronimo di ‘Light emitting diode’) nettamente preferibili, inoltre sono del tutto privi di sostanze nocive. Aspetti che si legano a doppio filo con la cifra stilistica dell’ambiente di riferimento, per un risultato da raggiungere nel nome dell’ecologia. Con i Led si possono abbattere i consumi ed è garantita una lunghissima durata, quantificabile in circa 50mila ore di illuminazione. Le soluzioni con tecnologia Led sono anche scenograficamente interessanti, grazie ai giochi di luce che è possibile creare con l’illuminazione indiretta ma non solo. Si tratta di prodotti estremamente flessibili nel loro impiego: possono adattarsi alla valorizzazione di ambienti domestici esterni e interni ma in generale anche di ambienti professionali, monumenti e uffici o ancora perfetti per utilizzi in campo artistico e fotografico.