Scarpe trend P/E 2019: i modelli Cruise e Resort per vacanze esoticheGli impegni di tutti i giorni, i problemi da risolvere, l’ansia di dover correre da un posto all’altro, o di essere in entrambi contemporaneamente. Trovate qualcosa di familiare in tutto questo? Certo, ci vorrebbe proprio una bella vacanza. Magari chissà, una di quelle verso mete lontane, in posti esotici, l’ideale un po’ dalla vita di tutti i giorni… Certo, magari non è proprio possibile. Ma ecco Deichmann che ci propone la sua soluzione! I modelli Cruise e Resort della sua nuova collezione, che si fonda su due concetti irrinunciabili: comodità ed eleganza.

Infatti Cruise e Resort, si basano sulla tipologia di calzatura pensata per chi andava in vacanza nei posti esotici nei mesi invernali, diventata ormai un fenomeno sempre di maggior importanza nel mondo della moda. A caratterizzare questi modelli, zeppe con cinturini alla caviglia, suole spesse e fantasie stile marinaro: modelli comodi ma anche spensieratamente eleganti sia di giorno che di sera.

I modelli della linea Cruise sono ideali per completare ogni tipo di outfit estivo con fibbie o fasce dal tocco glam. Per un tocco più estroso ci sono anche i modelli dai toni metallici che non sembrano però rinunciare a un comfort elevato, assicurato anche nella tipologia con tacco più alto.

Cinturini e incroci si reinventano e diventano un trend da indossare di giorno, in abbinamento con la nostra gonna preferita, denim e t-shirt e con vestitini leggeri, ma anche di sera sfoggiando abiti eleganti dal look più raffinato.

E gli accessori? Deichmann non si fa mancare nulla, e ci propone fantastiche varianti per completare il nostro stile. Borse versatili, in tinta unita, con dettagli colorati oppure materiali trasparenti che si combineranno perfettamente con ogni outfit estivi e con ogni nostra fantasia.

Se siete curiose di saperne di più e di sentirvi un po’ in vacanza, le zeppe e le borse sono già disponibili in tutti i negozi DEICHMANN e sull’online shop, accessibile dal sito www.deichmann.com.

By Giada Lanzotti