Sopravvivere al ritorno a scuola dei figli? Si può facendosi trovare preparati con gli utilissimi consigli di mami Margherita!

Con settembre alla finestra allo stress da vacanze finite si aggiunge quello per i preparativi del ritorno a scuola dei nostri bambini. Dopo vari tentativi e consulti con altre “sventurate” sulla mia stessa barca, ho trovato finalmente la formula magica per preparare senza stress me e i miei figli all’inizio del nuovo anno scolastico e voglio condividerla con voi!

    1. Quando si torna a scuola?
      Iniziamo vedendo in base alla regione di residenza quando suonerà la prima campanella del nuovo anno scolastico:

      • 5 settembre: ritornano sui banchi gli studenti di Bolzano.
      • 11 settembre: si torna a scuola in Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Basilicata.
      • 12 settembre: riaprono le scuole della Lombardia e Molise.
      • 13 settembre: si torna in Veneto e Umbria.
      • 14 settembre: toccherà a Lazio, Liguria, Valle d’Aosta, Campania, Calabria, Sicilia, Sardegna.
      • 15 settembre: si torna sui banchi anche in Emilia Romagna, Marche, Puglia e Toscana.
    2. Come riabituare i bambini ai corretti ritmi del sonno
      Si sa che l’Estate i normali orari vengono un po’ stravolti. Si tende ad andare a dormire più tardi e di conseguenza a svegliarsi anche più tardi, ma il ritorno a scuola richiede forzatamente il doversi svegliare presto al mattino. E visto che il dormire poco influisce negativamente su umore e rendimento scolastico, conviene aiutare i nostri figli a riabituarsi gradualmente ai ritmi usuali di sonno. Iniziando da una settimana prima del ritorno a scuola, anticipate ogni giorno l’orario del risveglio e di conseguenza quello di andata a letto. Cercate di favorire il sonno evitando gli zuccheri nelle ore serali e attività che possano agitarli.
      ritorno a scuola
    3. Finire i compiti delle vacanze senza stress
      Se dalla fine della scuola ad oggi i vostri figli non hanno ancora aperto i libri delle vacanze o quasi, niente panico! Aiutateli ad organizzare il lavoro contando le pagine da fare e i giorni che mancano al ritorno a scuola e fate una vera e propria tabella di marcia, che magari si completi 1 o 2 giorni prima della campanella di inizio.
    4. Come scegliere zaino, astuccio e diario giusti per ogni bambino
      L’aspetto che sicuramente piace di più a grandi e piccini dell’avvicinarsi del ritorno a scuola è lo shopping per comprare tutto l’occorrente che li accompagnerà in questo nuovo anno scolastico: zaini, astucci, diari, quaderni, ecc. Ma soprattutto per quanto riguarda lo zaino occorre fare un po’ d’attenzione affinché non procuri danni alla schiena, al di là della marca o del personaggio preferito che si intende scegliere.
      Per prima cosa assicuratevi che non sia troppo pesante per il fisico di vostro figlio.  A tale proposito evitate quelli con il trolley se siete sicuri che per la maggior parte del tempo porteranno lo zaino in spalla. Sceglietene uno con bretelle imbottite e belle larghe e schienale rinforzato. Cercate di aiutarlo a prepararlo in maniera tale che il materiale sia ben distribuito in modo che una volta messo in spalla aderisca il più possibile al corpo.

      Per quanto riguarda l’astuccio scegliete in base alla tipologia di scuola che deve frequentare: asilo, elementari, medie, superiori. Infatti all’asilo, molto spesso le maestre preferiscono tenere in classe direttamente le scatole di colori per ciascun bambino, evitando gli astucci che rallentano il lavoro e complicano un po’ le attività scolastiche. Alle elementari invece si preferiscono gli astucci multistrato completamente corredati di matite colorate, pennarelli, gomma, temperino, penne ecc.

      Alle medie e al liceo invece si prediligono le bustine in cui ogni studente mette ciò che reputa possa essergli utile per le attività di tutti i giorni.

      Sul diario invece si può tranquillamente lasciare libero sfogo alla loro fantasia, visto che oltre ad raccogliere i compiti, fungerà anche da amico fedele per tutto l’anno!
    5. Come risparmiare negli acquisti del materiale scolastico
      Il Codacons come ogni anno, ha fatto anche per il 2017 una stima di quanto costerà mediamente per le famiglie il ritorno a scuola e sembra che la spesa si aggirerà intorno ai 1.100 euro a studente. Nella spesa ovviamente si considera tutto dall’occorrente per lo studio ai capi d’abbigliamento fino all’attrezzatura per sport e attività extra-scolastiche in generale. Ormai grazie alla grande distribuzione o ad alcuni portali internet come Amazon, è possibile risparmiare sul materiale scolastico approfittando delle confezioni multipack e delle offerte speciali.
    6. Come scegliere le attività extra scolastiche e lo sport
      Per far si che i nostri figli affrontino al meglio gli impegni scolastici è consigliabile dare loro una valvola di sfogo che può essere uno sport, un corso di musica, di lingua, di pittura. L’importante è lasciarli liberi di scegliere ciò verso cui si sentono maggiormente portati, ovviamente supportandoli nella decisione con i nostri consigli e senza mai caricarli di sensi di troppe aspettative. Rischieremmo così di aggiungere solo ulteriore stress a quello scolastico.
    7. Cosa fare il primo giorno di scuola
      Ricominciare è traumatico un po’ per tutti a maggior ragione quando si tratta di bambini, sicuramente più abitudinari degli adulti, e per di più se si parla di tornare a scuola dopo le vacanze estive! Si è presi da un vortice di emozioni contrastanti, che vanno dalla paura per il nuovo anno che sta iniziando, magari con nuovi insegnanti, nuovi compagni, nuove materie da studiare, alla gioia di ritrovare i vecchi amici, al dispiacere di staccarsi dai genitori dopo la lunga e spensierata pausa estiva. In questo particolare momento dobbiamo essere bravi noi a rassicurarli e a non aggiungere le nostre ansie alle loro. Il consiglio è quello di parlargli delle nuove amicizie che farà, di quanto si divertirà ad imparare cose nuove e a condividere importanti momenti di crescita con i suoi compagni. Rendete speciale il nuovo inizio dedicando anche un’intera giornata di shopping insieme per il materiale scolastico, lasciando i vostri figli liberi di scegliere diario, astuccio, zaino e quaderni dei suoi personaggi preferiti.
    8. Predisporre nella sua cameretta un angolo per lo studio
      Se non lo avete ancora fatto, organizzate nella camera dei vostri figli un angolo dedicato allo studio che sia il più invitante possibile: scrivania, sedia, libreria, cassettiera, devono essere scelti in maniera tale da creare uno spazio che faccia diventare il momento dei compiti il più piacevole possibile. E ricordate di evitare il più possibile elementi di distrazione!

Spero che questi 8 semplici consigli possano aiutarvi ad iniziare serenamente questa nuova avventura scolastica che sta per iniziare e vi invito a raccontarmi nei commenti sulla nostra pagina Facebook, attraverso immagini e parole, com’è stato il ritorno a scuola insieme ai vostri figli.

Buon inizio da mami Margherita!