Con la fine dell’estate e le vacanze alle spalle, l’autunno può diventare una stagione stressante e difficile. Il relax estivo normalmente mette a dura prova la linea e il ritorno negli uffici impone un orario rigido nel quale incastrare una miriade di attività tra le quali la cura della casa, dei cari e della persona. I primi freddi possono poi causare malanni di stagione come i raffreddori e debilitare il nostro sistema immunitario.

Un buon suggerimento per rimettersi in sesto e affrontare questi cambiamenti al top della forma è senz’altro quello di intraprendere uno stile di vita “disintossicante”, in cui bilanciare alimenti detox a un’equilibrata attività fisica. Sono sette i cibi raccomandati per questo tipo di dieta: il tè verde, le alghe, i germogli e i semi, la cipolla, l’acqua di cicoria, il centrifugato di cavolo cappuccio e la quinoa. Per quanto riguarda l’attività fisica, medici e personal trainer raccomandano una ripresa progressiva, con allenamenti calibrati in base al “modello di carico” che si può sopportare, senza esagerare soprattutto nelle prime settimane di allenamento.

Foto Unsplash

Per una ripartenza settembrina senza stress, si può anche pensare di recarsi alle terme nel fine settimana. Sono molti i blog e i siti di viaggio, come per esempio “Travel non stop”, che raccomandano le mezze stagioni per un soggiorno nei centri termali perché, tra gli altri vantaggi, nei periodi di bassa stagione si possono trovare offerte interessanti dal punto di vista economico.

Per esempio, una località come Ischia, le cui acque termali offrono grande beneficio in caso di malattie respiratorie, reumatismi e dermatiti, nel periodo estivo è spesso affollatissima, mentre in autunno è solitamente più calma tanto che i portali di hotel locali come “Ischia prenotazioni” offrono sconti fino al 65% rispetto ai prezzi di alta stagione.

A partire dal prossimo ottobre, inoltre, si potrà usufruire del Bonus Terme. Il 1° luglio scorso è stato, infatti, approvato il decreto attuativo del Ministero dello Sviluppo Economico, col quale si stanziano 53 milioni di euro per la copertura di questo incentivo. Tutti potranno beneficiare di tali sconti, senza limite ISEE, una sola volta e fino a esaurimento. I bonus copriranno il 100% del costo dei trattamenti, fino a un importo di 200 euro. Nell’attesa che vengano attivati ci si può registrare sul sito della Federterme per ricevere aggiornamenti su quando e come fare richiesta.

«Questa misura, oltre a riconoscere il ruolo importantissimo delle Terme Italiane che da 2000 anni rappresentano un punto di prevenzione, benessere, riabilitazione unico, viene, inoltre, incontro a una specifica richiesta di Federterme-Confindustria»: questo si legge in una nota rilasciata dalla federazione degli stabilimenti termali, la quale sottolinea l’importanza di un approccio innovativo nel sostegno del settore.

Foto Unsplash

L’innovazione di questa misura tuttavia risiede nell’applicazione a un ambito che solitamente non ha mai fatto uso di un sistema tanto utilizzato altrove. I bonus, o incentivi, infatti sono molto popolari in alcuni settori, uno su tutti quello dell’intrattenimento digitale. I casinò online ne fanno uso per premiare il giocatore affezionato e per attirare nuovi scommettitori. In questo senso, particolarmente efficaci sono i giri gratis, cioè giri dei rulli delle slot che non costano nulla all’utente. Una lista aggiornata sulle migliori offerte di giri gratis in Italia è sempre disponibile su piattaforme come Casinos.it, sito che offre una guida esperta sul mondo dei casinò online e che riunisce i chiarimenti sulla differenza tra i diversi bonus (come quella tra “Free Spin” e “Bonus Cash sul deposito”) e la spiegazione su come attivare i giri gratis sulle diverse slot presenti online.

Un altro settore dell’intrattenimento che usa molto il meccanismo dei bonus è quello dei videogiochi. FIFA 22, presentato lo scorso luglio, è il videogioco più venduto d’Europa, e a coloro che hanno prenotato la versione Ultimate entro l’11 agosto, la Electronic Arts ha regalato il “Bonus preorder”, che consiste in una carta di natura celebrativa degli Eroi FUT, pensata appositamente per creare più facilmente un’“intesa di colore verde” nella modalità Ultimate Team.

Anche Fight Fist, la app che rappresenta la versione digitale di nomi, cose e città, offre ai suoi utenti dei bonus da sfruttare durante le partite. Questi bonus riguardano più che altro i nuovi iscritti, a cui viene data la possibilità di accumulare monete necessarie per portare avanti le partite e tempo extra per risolvere gli enigmi.

Nella vita reale dobbiamo accontentarci dei bonus che ci vengono offerti quest’anno, e che comunque non sono pochi, ma chi non vorrebbe un po’ di tempo extra, magari da dedicare alla cura di sé soprattutto in un momento dell’anno come l’autunno?