Arriva al cinema il 7 giugno distribuito da Apocalypsis, Rabbia Furiosa, film diretto da Sergio Stivaletti liberamente tratto dalla storia del “Canaro”. Trama, trailer e recensione in anteprima

rabbia furiosaIl 7 giugno arriva nelle sale cinematografiche il thriller noir Rabbia Furiosa – Er Canaro, diretto dal maestro Sergio Stivaletti, al suo terzo lungometraggio, ispirata alla storia vera del ‘Canaro della Magliana’.

Scritto da Antonio Lusci, Sergio Stivaletti e Antonio Tentori, vede la firma alla regia dello stesso Stivaletti che, considerando la lunga esperienza nell’ambito degli effetti speciali, ci presenta un film ambientato ai giorni nostri ricco di scene splatter.

Riccardo De Filippis, noto per il ruolo di Scrocchiazeppi nella serie televisiva Romanzo criminale, in Rabbia Furiosa interpreta il Canaro, mentre Virgilio Olivari quello del carnefice destinato a diventare vittima. Tra i protagonisti troviamo Romina Mondello e Gianni Franco, già interpreti del primo film di Sergio Stivaletti M.D.C. Maschera di cera. Nel cast anche Rosario Petix, Giovanni Lombardo Radice e Romuald Klos.

Il film, ambientato nei sobborghi della malavita romana, è ispirato ad una pagina della cronaca nera degli anni ‘80 e racconta dello spietato assassinio di un ex pugile e criminale avvenuto per mano di Pietro de Negri detto “Er Canaro”.

Non colpevole, Fabio (Er Canaro) ha già scontato otto mesi di carcere per un reato commesso da Claudio, un piccolo criminale che gestisce traffici vari e si occupa di combattimenti tra cani, la cui ambizione è quella di diventare il boss del Mandrione -quartiere periferico di Roma-. Claudio ogni qualvolta i suoi cani rimangono feriti si rivolge all’amico Fabio che si occupa clandestinamente di piccole operazioni chirurgiche e medicazioni nel retrobottega della sua toletta per cani.

Claudio ha una personalità bipolare che lo porta a volte ad agire con estrema cattiveria nei confronti di Fabio che, a sua volta, subisce sempre senza reagire. Fabio, inaspettatamente, non riuscendo più sopportare tante vessazioni, decide un giorno di attuare la sua terribile vendetta e, oltrepassando i limiti della più spinta e malata delle immaginazioni, in preda alla follia più feroce si trasforma da docile uomo incline alla sottomissione in un feroce assassino.

Ed è proprio la ferocia e la violenza a farla da padrone nel Canaro di Stivaletti, mantenendo le promesse fatte dal poster del film che ci propone un Riccardo De Filippis (nel ruolo di Fabio, Er Canaro) completamente coperto di sangue e lo sguardo da invasato. Infatti a differenza del film di Matteo Garrone, Dogman, ispirato allo stesso fatto di cronaca, ma riletto in versione non violenta, Rabbia furiosa, mostra come un percorso di continue violenze e vessazioni, possa risvegliare a volte anche in un uomo all’apparenza tranquillo, istinti bestiali.

La pellicola, prodotta da Apocalypsis che lo distribuisce in collaborazione con Paradise Pictures, partner nella distribuzione del film nella sola Campania, vede Roberto Urbani all’aiuto regia e Francesco Ciccone alla direzione della fotografia.