Trama, trailer, poster, colonna sonora e recensione di “Questo mondo non mi renderà cattivo”, la nuova serie di animazione scritta e diretta da Zerocalcare per Netflix, che debutta oggi 9 giugno

Questo mondo non mi renderà cattivo serie Netflix di ZerocalcareProdotta da Movimenti Production, società del gruppo Banijay, in collaborazione con BAO Publishing, arriva oggi 9 giugno su Netflix la nuova serie di animazione scritta e diretta da Zerocalcare “Questo mondo non mi renderà cattivo”. Composta da 6 episodi, da circa mezz’ora ciascuno, la serie entra ancora più a fondo nelle tematiche care all’autore. Infatti torneranno il mondo narrativo, il linguaggio unico e i personaggi storici e inconfondibili dell’universo di Zerocalcare. Quindi ritroveremo Zero, Sarah, Secco, l’Armadillo, l’immancabile coscienza di Zero, doppiato anche questa volta dalla voce inconfondibile di Valerio Mastandrea, ai quali si unirà un nuovo personaggio: Cesare. Un vecchio amico di Zero che torna nel quartiere dopo diversi anni di assenza e fatica a riconoscere il mondo in cui è cresciuto. Zerocalcare vorrebbe fare qualcosa per lui ma si rende conto di non essere in grado di aiutarlo a sentirsi di nuovo a casa e a fare la scelta giusta per trovare il suo posto nel mondo.

“Questo mondo non mi renderà cattivo” racconta la difficoltà di rimanere se stessi in mezzo alle contraddizioni della vita. Il titolo stesso della serie, che trae ispirazione da un brano di un cantautore romano, rappresenta una sorta di mantra, una frase che sembra aleggiare su tutte le decisioni che i protagonisti si trovano a dover prendere nel corso della storia quasi per auto-convincersi, nei momenti più difficili, quelli in cui diventa più forte il rischio di fare scelte sbagliate e rinnegare i propri ideali pur di togliersi dai guai.

TRAME ORIGINALI BY ZEROCALCARE

EPISODIO 1 – QUEL CHE È DI CESARE

Possibile casino nell’aria, ma le vite di Sarah e mia stanno andando incredibilmente a posto. Si segnala qualche dilemma etico e un inaspettato ritorno in quartiere dopo vent’anni.

EPISODIO 2 – COME UNA BALENA SPIAGGIATA

Qui cerchiamo di capire chi sta dando le dritte ai nazisti in quartiere. Poi c’è una parte in cui mi chiedono di aiutare Cesare ad ambientarsi. A me. Noto per essere uno socievole.

EPISODIO 3 – IL FARO

La ricerca del mostro per parlare di periferie, classico dei media. E stavolta tocca a Cesare. Poi Secco, che vuole risolvere tutto a bomboni, e un faro della mia vita che crolla.

EPISODIO 4 – CHI DENUNCIA PER PRIMO È INFAME DUE VOLTE

Un litigio brutto. Mi pare che ho ragione, ma mi sento in torto uguale. Intanto il clima si scalda, al municipio. Mai visto un cartone su un consiglio municipale. Manco nella DDR.

EPISODIO 5 – QUATTRO MILIARDI DI ANNI LUCE

Le ore prima della battaglia. I dubbi, le ansie, Secco che mette in fila più di tre parole di senso compiuto. Tutti i presupposti per una grande tragedia greca.

EPISODIO 6 – NON C’È UN POSTO PER TE

Se andavamo avanti da sei puntate con questa solfa e alla fine non scoppiava un macello gigante, onestamente era una fregatura. E infatti scoppia.

Ogni episodio è davvero speciale ed ha la sua caratterizzazione oltre a diversi easter egg, dai fumetti alle locandine dei film con i titoli modificati, passando per le stesse persone della produzione presenti nelle proprie vesti o come “attori” prestati ad alcune sequenze, che il pubblico si divertirà sicuramente a scovare durante la visione della serie.

POSTER DI “QUESTO MONDO NON MI RENDERÀ CATTIVO”

Questo mondo non mi renderà cattivo serie Netflix di Zerocalcare

TRAILER DI “QUESTO MONDO NON MI RENDERÀ CATTIVO”

 

Dopo il successo di “Strappare lungo i bordi” era naturale aspettarsi una seconda stagione, ma un po’ per il timore di non soddisfare le aspettative di un pubblico in super hype, un po’ per la voglia di provare a realizzare “un prodotto più complesso e perfino più divisivo“, Zerocalcare ha deciso di realizzare una nuova serie con un respiro più ampio, mantenendo gli stessi elementi che erano piaciuti tanto al pubblico. E così è nata “Questo mondo non mi renderà cattivo”, la cui storia attinge ad alcuni fatti accaduti all’epoca in cui l’autore aveva iniziato a confrontarsi con il formato breve di “Rebibbia Quarantine”.

Una serie con un respiro molto più simile al racconto cinematografico e sicuramente più complessa della precedente, come affermato dallo stesso Zerocalcare che ha dichiarato: “non sono mancate le sfide per gli storyboardisti come per gli animatori e per tutte le figure professionali che hanno lavorato alla produzione. A partire dalla lunghezza degli episodi, una scelta che non è stata fatta a tavolino ma è stata dettata da esigenze narrative: “Questo mondo non mi renderà cattivo” ha infatti una struttura molto più articolata, con un filone orizzontale principale su cui si intersecano una serie di vicende e di personaggi, e fin dall’inizio il tutto doveva essere cucito in modo tale che lo spettatore non si perdesse all’interno della storia e potesse sostenere il ritmo di un racconto fatto per lo più da un’unica persona che fa le voci di tutti i personaggi. In questo senso è stato importante l’inserimento delle canzoni, che accompagnando alcuni avvenimenti creano comunque delle pause nel ritmo sostenuto della narrazione”.

COLONNA SONORA DI “QUESTO MONDO NON MI RENDERÀ CATTIVO”

Questo mondo non mi renderà cattivo serie Netflix di ZerocalcareA proposito delle canzoni, come Michele Rech (Zerocalcare) ha avuto spesso modo di raccontare, il suo approccio all’animazione nasce proprio dalla volontà di “costringere” il proprio pubblico ad ascoltare le canzoni che lui stesso aveva in mente per le sue storie. “Così come anche quando scrivo un libro spesso la scelta di alcune scene è ispirata proprio dall’ascolto di una canzone”, spiega “anche alcune scene di Strappare lungo i bordi e di Questo mondo non mi renderà cattivo sono state scritte pensando a un brano ben preciso”.

La musica che fa da colonna sonora alle due serie è stata dunque inserita già in fase di scrittura come parte integrante della sceneggiatura, al pari di un personaggio. Mentre lo stesso titolo della serie è ispirato al brano “Questo mondo non mi renderà cattivo” del cantautore Path.

Un ruolo da protagonista in questo senso lo ha certamente la sigla che apre i singoli episodi e che introduce già lo spettatore all’interno della narrazione. Dopo il successo del brano “Strappati lungo i bordi”, si rinnova la collaborazione tra Zerocalcare e il cantautore romano Giancane anche per questa nuova serie. I brani scelti dal fumettista per “Questo mondo non mi renderà cattivo” saranno disponibili in digitale e in doppio vinile, con cover disegnata da Zerocalcare, dal 9 giugno, giorno di uscita della serie. Il primo LP vedrà il nuovo album di Giancane “Tutto Male”, contenente la sigla della serie che dà il titolo al secondo LP “Sei in un Paese Meraviglioso“, la raccolta di canzoni scelte per la serie.

Abbiamo così potuto immaginare soluzioni alternative per dare più forza al racconto, come per esempio l’inserimento – già nella serie precedente – della Pixel Art, che ci riporta alla grafica della sala giochi di quando eravamo ragazzi, e di alcune sequenze in Stop Motion, una tecnica di animazione secondo noi perfetta per rappresentare, anche in maniera un po’ grottesca, alcuni aspetti della storia.

L’ESPERIENZA IMMERSIVA NEL CALCARE-VERSE

Questo mondo non mi renderà cattivo serie Netflix di ZerocalcarePer il lancio dello show, è stato allestito presso la Città dell’Altra Economia (Largo Dino Frisullo) a Roma QUESTO POSTO NON MI RENDERÀ CATTIVO: un’immersione nell’universo di Zerocalcare con uno sguardo ironico alla vita di tutti i giorni, proponendo dal 9 al 10 giugno delle attrattive come:

  • “Il Labirinto Esistenziale”,
  • “Il Gabinetto degli Orrori del Dottor Calcare”
  • “Pesca le Ansie”.

Questo posto non mi renderà cattivo

“QUESTO POSTO NON MI RENDERÀ CATTIVO” è ad ingresso libero e gratuito fino al raggiungimento della capienza massima della location e resterà aperto entrambi i giorni dalle 13:00 all’1:00. A ogni visitatore verrà consegnato il “Brevetto di resistenza agli accolli” funzionale a collezionare un timbro ogni volta che si conclude un’attrazione, e dopo il terzo timbro ciascuno avrà diritto al ritiro di un gadget.