Cibo e musica per lo speciale cooking show, “Quelli che ben pranzano”, del rapper torinese di origini palermitane Frankie hi-nrg mc, che lo vedrà cimentarsi con la cucina insieme alla chef Sarah Bonsangue e all’attore Alessandro Betti.

frankie-hi-nrg-quelli-che-ben-pranzano

Dopo l’esperimento sanremese dello scorso anno, andato a buon fine, in cui Frankie hi-nrg mc, il noto rapper torinese di origini palermitane e sua cugina Sarah Bonsangue, chef palermitana, hanno realizzato un breve format per Repubblica.it, dal titolo “Quelli che ben pranzano” (http://www.frankie.tv/news/quelli-che-benpranzano/ ), nell’anno dell’EXPO di Milano, dedicato all’alimentazione, i due hanno deciso non solo di replicare ma di trasformarlo in un vero e proprio show, affiancati dall’attore Alessandro Betti, noto al grande pubblico per la partecipazione a Zelig, al fianco di Ale e Franz in “Buona la prima!” e “Il Capitale Umano” film di Paolo Virzi.

Lo spettacolo dell’insolito trio, debutterà oggi 12 Giugno alle 21.30 nella rassegna “Piacere Modena“, nata da un’idea dello chef tristellato michelin Massimo Bottura; rassegna che si svolgerà presso i Giardini Ducali della città, per tutta l’estate.

piacere_modena

Nello show cooking “Quelli che ben pranzano” si parlerà di cibo, musica ed umanità, portando in scena l‘atmosfera familiare che da sempre caratterizza la tradizione culinaria italiana. Le ricette proposte dalla chef palermitana Sarah Bonsangue, verranno spiegate al pubblico infarcendo il racconto con aneddoti e curiosità legate alle ricette stesse, in un’atmosfera intima e divertente, come quella della cucina di casa.

L’impostazione familiare dello show deriva proprio dalla concezione che ha Frankie Hi-Nrg, che dice: “La cucina é il luogo magico della casa, un luogo di confidenze, di intimità familiare, custode di grandi segreti non solo alimentari. Nella cucina la tradizione e la ricerca innovativa coesistono: passato e futuro si incontrano sui fornelli. “Quelli che benpranzano” é il pretesto per raccontare quello che succede in cucina, e – di conseguenza – nella vita di tutti noi”.