problematiche della pelle dei bambiniLa pelle dei bambini è particolarmente liscia, elastica e tonica, ma anche molto delicata. Soprattutto nei primi anni di vita, la pelle del bambino è più sensibile, essendo priva del film idrolipidico che la protegge. Ciò rende la pelle dei più piccoli più esposta ad agenti esterni come batteri e sostanze irritanti, provocando disturbi di varia intensità e natura.

È quindi importante osservare con attenzione la pelle dei bambini per individuare cambiamenti anomali nella struttura e nel colore.

Il più delle volte le eruzioni cutanee dei bambini non sono particolarmente gravi, me è sempre bene consultare il medico per accertarne le cause e intervenire con i giusti rimedi.

Vediamo quali sono le problematiche più comuni.

Macchie rosse

Un problema comune è la comparsa di macchie rosse sulla pelle senza prurito. Le patologie in questo caso possono essere diverse, come l’irritazione cutanea da eritema, dovuta a un aumento dell’afflusso del sangue scatenato da molteplici fattori, oppure l’acne, che interessa soprattutto i ragazzi e le ragazze durante la pubertà.

Screpolatura

Altro disturbo molto comune, soprattutto nei neonati, è la pelle screpolata, che tende a sfaldarsi arrivando anche a desquamarsi. Qui la causa è generalmente dovuta all’immaturità della barriera cutanea che non è ancora in grado di produrre le ghiandole sebacee utili a mantenere un adeguato livello di idratazione. In questo caso può essere sufficiente mantenere la pelle idratata e lubrificata tramite l’applicazione di creme, pomate e unguenti.

Dermatite atopica

Fra le principali patologie che colpiscono la pelle dei bambini c’è anche la dermatite atopica. Si tratta di un’infiammazione cronica che si presenta con forme pruriginose di arrossamento o desquamazione sul viso, sul cuoio capelluto, sulle mani, sulle braccia, sulle gambe e sui piedi.

Le cause scatenanti possono essere molteplici ed è fondamentale il consulto medico per adottare le cure più adeguate, che possono andare da terapie idratanti ed emollienti a terapie a base di cortisone.

Eritema da pannolino

Le zone a contatto con il pannolino sono le più colpite da eruzioni cutanee. Il contatto prolungato con l’urina e le feci aumenta l’umidità nella zona, favorendo la penetrazione di sostanze irritanti. È molto importante cambiare il pannolino con frequenza e lavare la zona con saponi delicati.

Crosta lattea

La dermatite seborroica (o crosta lattea) si caratterizza dalla comparsa di croste squamose di colore rosso-giallastro nel cuoio capelluto dei bambini durante i primi mesi di vita. Si tratta di un disturbo molto comune che nella maggior parte dei casi scompare spontaneamente e che può essere trattato con creme emollienti e prodotti oleosi.

Impetigine

I bambini al di sotto dei 10 anni sono spesso affetti dall’impetigine, un’infezione batterica molto contagiosa, causata da streptococchi e stafilococchi. Si tratta di una patologia molto comune che colpisce soprattutto nei mesi estivi quando i batteri trovano terreno fertile in spiaggia o in piscina.

L’impetigine interessa soprattutto il viso, il collo e le mani e si presenta con bollicine, croste, arrossamento e prurito. In questo caso il trattamento è generalmente di tipo antibiotico.