polizza casaTutelare la propria casa e il nucleo famigliare stipulando una polizza casa è una scelta che offre numerosi vantaggi, in quanto offre un valido supporto in caso di imprevisti che potrebbero causare danni, anche ingenti.

Furti, incendi, ma anche problemi causati a terzi dagli animali domestici, sono solo alcune delle principali tutele offerte da questo tipo di assicurazione che, pur non essendo obbligatoria, com’è invece quella dell’auto, è certamente utile.

Scegliere e stipulare l’assicurazione casa

Prima di scoprire vantaggi e svantaggi di questo tipo di assicurazione, cerchiamo di capire come sceglierla e come stipularla.

Mentre in passato era necessario recarsi presso le filiali delle compagnie assicurative e valutare, insieme al personale, quale tipo di assicurazione potesse risultare più conveniente e adatta a rispondere alle proprie esigenze, oggi è possibile fare tutto online.

Grazie a internet l’utente può confrontare vari tipi di assicurazione, valutandone pro e contro, e, in alcuni casi, può procedere immediatamente alla sottoscrizione del contratto assicurativo di suo interesse. Tra quelle sottoscrivibili online troviamo ad esempio l’assicurazione casa Reale Mutua, la quale offre una copertura completa per la casa, il nucleo famigliare e gli animali domestici.

Che cosa copre

In rete e presso le filiali delle compagnie assicurative è possibile trovare svariate tipologie di assicurazioni per la casa. In linea generale, questo tipo di polizza può coprire:

  • il furto;
  • i danni causati dagli incendi;
  • i cristalli rotti accidentalmente;
  • i danni causati dagli animali domestici;
  • la responsabilità civile di proprietario, affittuario o altre persone che vivono nell’appartamento;
  • le calamità naturali.

Alcune polizze offrono aiuto anche nel caso in cui uno dei componenti del nucleo famigliare diventasse non autosufficiente.

Assicurazione casa: quali vantaggi offre

La polizza assicurativa sulla casa può essere sottoscritta da qualunque soggetto maggiorenne e permette di tutelare le finanze del nucleo famigliare che risiede in un appartamento, anche se in affitto, o del proprietario dell’immobile in caso di danneggiamenti accidentali.

Un incendio, un furto, ma anche problemi con i vicini, possono causare, in assenza di copertura assicurativa, una perdita economica ingente, costringendo, in alcuni casi, a ricorrere ai prestiti per far fronte alle spese. La copertura assicurativa viene in aiuto, coprendo le spese secondo le modalità, i tempi ed entro il tetto massimo stabilito in sede contrattuale.

Chi sceglie di assicurare la casa anche contro le calamità naturali, può inoltre ottenere una detrazione IRPEF pari al 19% del premio assicurativo.

La polizza casa presenta qualche svantaggio?

L’assicurazione casa non presenta, di per sé, nessuno svantaggio. Gli unici svantaggi effettivi si possono avere nel momento in cui la scelta della polizza non viene effettuata nel modo corretto.

Oltre alla scelta della compagnia assicurativa, la quale deve risultare affidabile e competente, è necessario valutare con attenzione quali coperture attivare. Una polizza che copre qualsiasi danno potrebbe non essere la scelta migliore, in quanto porterebbe a un aumento considerevole del premio.

Per evitare di commettere errori e eliminare lo svantaggio economico, è importante attivare elusivamente le coperture delle quali si ha realmente bisogno.

Cosa succede in caso di danni o imprevisti coperti dall’assicurazione

Nel caso in cui si verificasse uno degli imprevisti coperti dalla polizza sottoscritta, il soggetto che ha sottoscritto l’assicurazione dovrebbe per prima cosa presentare la prova dei danni subiti. Naturalmente, per ottenere un risarcimento, è necessario essere in regola con i pagamenti del premio.

Dopo aver ricevuto la segnalazione, la compagnia assicurativa provvederà a effettuare un sopralluogo per verificare la reale esistenza ed entità dei danni. In caso di esito positivo del sopralluogo, verrà avviata la pratica di risarcimento.

L’assicurazione casa copre in generale i danni causati da terzi, ad esempio da un ladro, oppure da eventi o situazioni accidentali. Non sono previsti rimborsi in caso di danni provocati con dolo.