Questa mattina il buongiorno ve lo do io in veste di intervistatrice del simpaticissimo Paolo Ruffini. Il perché è presto detto: ho avuto la fortuna e il piacere di assistere alla presentazione del suo docufilm “Resilienza“,  un lavoro cinematografico ispirato alla storia vera di Alessandro Cavallini, che se ne è andato a soli 14 anni vittima di un neuroblastoma, gravissimo tumore pediatrico, e alla sua storia da resiliente.

Un progetto nato e curato da Paolo Ruffini e da Andrea e Antonio, i giovanissimi fratelli del protagonista, con l’obiettivo di raccontare non la malattia ma lo straordinario talento di Alessandro, che per quanto poco è riuscito a vivere davvero, trasformando il limite in opportunità e spiazzando la malattia con l’entusiasmo!

Candidato alla 63a Edizione dei David di Donatello, “Resilienza”, prodotto dallo stesso Paolo Ruffini con l’associazione Nido del Cuculo e Sui Passi di Ale, vuole essere uno splendido messaggio di vita e positività per tutti. Uno speciale invito a prendersi un po’ meno seriamente e a vivere la vita da RESILIENTI.

Ma lascio la parola al mio graditissimo ospite Paolo Ruffini, che nella video intervista di seguito vi racconta qualcosa di più di questo straordinario progetto!