Trama e recensione di Otto settimane per cambiare vita di Beth O’Leary edito da Mondadori

Otto settimane per cambiare vita di Beth O’Leary (recensione)Nel nuovo romanzo di Beth O’Leary, Otto settimane per cambiare vita, facciamo la conoscenza con la protagonista Leena, giovane donna attiva e intraprendete, mentre viene invitata dall’azienda per cui lavora a prendersi due mesi sabbatici dopo essere andata completamente nel pallone durante una presentazione di lavoro. Riposo di cui Leena, nonostante la resistenza, ha sicuramente bisogno così decide di rifugiarsi in campagna a casa della nonna Eileen. Donna, che nonostante l’età, è ancora molto attiva e intraprendente con una gran voglia di trovare un nuovo amore dopo che suo marito l’ha lasciata per l’insegnante di ballo. Ma stilando una lista dei possibili scapoli del paesino dello Yorkshire in cui vive si accorge che purtroppo non ha grande scelta. Così quando Leena, scoperto questo suo desiderio, le propone di scambiarsi la casa per un paio di mesi, nonna Eileen accetta di andare a vivere nell’appartamento di Leena a Londra dove sicuramente ha più possibilità di incontrare un uomo interessante. Leena invece si trasferisce nella tranquilla campagna dello Yorkshire a casa di Eileen. Un radicale cambiamento per entrambe che le porterà a doversi mettere ognuna negli “stivali” dell’altra: nipote a barcamenarsi con tutte le incombenze della nonna tra cui un gruppetto di anziani abitudinari e brontoloni e il cucciolo oversize dell’insegnante della scuola del paese da portare a passeggio. E nonna alle prese con i giovani coinquilini di sua nipote e gli appuntamenti online da imparare a gestire.

Due donne, due generazioni diverse, due modi diversi di vivere la vita, le stesse urgenze: far ripartire le loro vite messe in stand by da una perdita importante e metabolizzare un lutto che, in un anno, hanno cercato di nascondere dietro continui impegni perché troppo pesante da affrontare da sole. Un’impresa davvero ardua ma le nuove esperienze, che si troveranno a vivere lontano dalle rispettive comfort zone, porteranno le due donne a prendere decisioni importanti che cambieranno per sempre la loro vita.

Otto settimane per cambiare vita è un romanzo estremamente piacevole e scorrevole. Nonostante le sue oltre 300 pagine va via leggero come una giornata d’estate in montagna, tra improvvisi annuvolamenti, acquazzoni estivi e rassicuranti schiarite. Un libro capace di catturarti già dalle prime pagine grazie alla forza delle sue protagoniste e al ritmo incalzante della narrazione, che con lo svolgersi della storia ti coinvolge e ti travolge facendoti sentire parte di quelle vite tumultuose e intriganti che svela pagina dopo pagina. Una piacevole pausa dal tran tran quotidiano che vi farà sorridere, emozionare, commuovere e riflettere. Perché, anche se con leggerezza, l’autrice nel romanzo tratta temi importanti quali l’elaborazione del lutto, il saper vivere ogni stagione della vita nel modo giusto, il coraggio di ripartire a qualsiasi età e di non smettere mai di inseguire i propri sogni.

Io ho trovato, Otto settimane per cambiare vita, una lettura davvero intrigante e stimolante, che consiglio vivamente, non solo a chi cerca una piacevole lettura estiva ma anche a chi, nella sua vita, sente di essere arrivato a un bivio ma non riesce ad andare avanti per il timore di lasciare la sua comfort zone.

TITOLO: Otto settimane per cambiare vita

AUTORE: Beth O’Leary

EDITORE: Mondadori

PAGINE: 348

PREZZO DI COPERTINA: 18,50 euro (su Amazon 17,57 euro)