ninfomeiosi - chirurgia intima donna

In netto aumento sono le richieste di chirurgia che riguardano le parti intime femminili. I disagi legati all’invecchiamento vulvare non sono solo psicologici ma spesso anche anatomici e dunque sessuali.

La moda di pantaloni sempre più stretti, costumi sempre più succinti, depilazioni volte alla minima presenza di peli hanno posto l’attenzione sui genitali esterni evidenziando, in molti casi, patologici processi di invecchiamento che non rispettavano la bassa età delle pazienti.

Come ogni parti del corpo anche le zone intime vanno incontro ad un processo di invecchiamento dovuto principalmente a fenomeni di disidratazione e perdita di tono, dovute principalmente ad una diminuzione di componenti collageniche ed elastiche. Ciò comporta una perdita di volume delle grandi labbra ed un aumento volumetrico delle piccole labbra.

La soluzione in questo caso è chirurgica. La paziente deve essere sottoposta ad un lipofilling delle grandi labbra per ridare turgore e volume, mentre le piccole labbra vengono ridotte chirurgicamente se ipertrofiche mediante labioplastica. Questo intervento che prende il nome di ninfomeiosi, si esegue in anestesia locale con sedazione in regime di Day Hospital.

Il dolore operatorio è quasi del tutto assente l’unica limitazione risiede nell’astensione dall’attività sessuale per 15/20 giorni circa.

Per maggiori informazioni:

www.erminiomastroluca.it  oppure info@erminiomastroluca.it