Arriva il 7 dicembre non in sala ma solo su Netflix Natale a 5 stelle il primo dei Vanzina senza Carlo, diretto da Marco Risi, ma soprattutto il primo cinepanettone targato Netflix. Recensione e racconto della conferenza stampa

Natale a 5 stelle recensioneInizio a scrivere salutando e ringraziando il grande regista e uomo Carlo Vanzina scomparso lo scorso luglio. Insieme al fratello Enrico, e con la preziosa collaborazione del regista Marco Risi, aveva scritto una commedia intitolata Natale a 5 stelle (inizialmente intitolato “weekend a 5 stelle”).

Le case di produzione Lucky Red e Netflix avevano chiesto l’uscita del film nelle sale a Natale, nonostante Vanzina non creasse più i classici “cinepanettoni” dal 2000 (ad eccezione del film “OLÈ” del 2006). Dopo un intero pomeriggio di riflessioni Vanzina decide di accettare la proposta delle case di produzione perché dopo 35 anni dal primo film di Natale la considera una nuova opportunità. Perché c’è una novità! Il film non verrà proiettato nelle sale cinematografiche ma sarà possibile vederlo su Netflix dal 7 dicembre in circa 180 Paesi facendo conoscere la nostra Italia e la sua politica al mondo intero attraverso la commedia.

Ispirato alla commedia “Out of Order” di Ray Cooney, sul genere farsesco all’italiana, il film è ambientato in Ungheria e si svolge interamente in una suite del Grand Hotel. Con l’arrivo del Natale, una delegazione di politici italiani guidata dal nostro Premier, va in visita ufficiale a Budapest in Ungheria. Ma oltre agli impegni ufficiali, nei piani del Premier c’è anche quello di passare qualche ora con una giovane onorevole dell’opposizione, all’insaputa di sua moglie. Ma quando i due sembrano finalmente sul punto di dare sfogo alla loro passione, ecco spuntare nella suite un misterioso cadavere.

Così per evitare uno scandalo i due decidono di farsi aiutare dal portaborse del Premier, innescando così tutta una serie di situazioni e colpi di scena che complicheranno non poco il loro soggiorno a Budapest.

Il risultato è una pellicola davvero esilarante con un cast eccezionale, che riesce a dare un quadro della politica italiana odierna e a trattare argomenti come il potere, il femminismo, la moralità con i toni scanzonati e “leggeri” della commedia all’italiana mantenendo comunque una certa correttezza formale.

Enrico e l’intero cast dedicano il film a Carlo Vanzina.

By Rachele Borriello e Mauro Caputi