Musica per il matrimonio 3 abbinamenti con l’abito da sposaL’organizzazione di un matrimonio è qualcosa che appare alquanto complesso, molto più che a una prima occhiata. Non a caso sono diversi i professionisti con competenze specifiche nel settore, dal fotografo alla wedding planner passando per i diversi atelier di moda specializzati, inclusi i sempre più diffusi outlet. Uno degli aspetti più complessi e importanti da valutare per la riuscita dell’evento è la musica, la quale si rivela capace di fare la differenza tanto per l’atmosfera quanto per quello che potremmo definire come l’impatto emotivo della cerimonia.

Diverse le soluzioni attuabili in tal senso, complice la presenza di siti online che permettono di avere un collegamento diretto con band e musicisti di vario genere: puoi trovare diversi contatti validi qui.

Un’idea assolutamente interessante è quella di abbinare la musica all’abito della sposa. Quest’ultimo rappresenta il vero filo conduttore all’interno del matrimonio, una sorta di tema nel tema: non a caso appare spesso il punto di partenza per definire poi le altre componenti, dagli addobbi alla location.

In questo articolo vi proponiamo 3 abbinamenti interessanti per quanto riguarda la musica del matrimonio in armonia proprio con il vestito della sposa.

Un mood… principesco

C’è forse un evento che più di ogni altro racconta una favola se non il matrimonio? Rappresenta il giorno più atteso per molte coppie, giovani e meno giovani.

L’abito in stile principesco appare sempre di tendenza, tanto da aver fatto la fortuna di diversi brand del Made in Italy, che lo propongono oggi non solo nel classico bianco, ma anche in tonalità cipria, rosate e persino più audaci come il rosso.

La sua caratteristica principale è la presenza dell’ampia gonna in tulle, ben sostenuta da un sottogonna già applicato o indossato separatamente. Solitamente è accompagnata da uno scollo a cuore, con o senza spalline, nella parte superiore.

La scelta della musica da abbinare dipenderà proprio dalla tipologia della gonna, dal fatto che essa sia più classica oppure audace.

Nel primo caso si potrà optare per il sound di una piccola orchestra o del pianoforte solista, magari sulle musiche della Bella Addormentata  di Ciaikovskij o su un valzer romantico di autori come Khachaturian, Chopin ma anche Morricone e Yann Tiersen, per citare nomi più contemporanei. Nel secondo per un mood più scanzonato, ad esempio Gipsy.

Un abbinamento denso di magia, romanticismo, voglia di sposare il proprio principe. Dove musica e vestito diventano una cosa sola.

Quale musica, con un abito scivolato?

L’abito scivolato piace e non poco alle spose contemporanee. Merito di una linea che scende morbida e più che mai aderente al corpo, di cui valorizza le curve, giocando con le trasparenze.

La musica perfetta? Sempre molto romantica, certo, ma anche da dj set. Potrete scegliere tra generi tra loro piuttosto differenti, oscillando tra il jazz, il soul, arrivando fino all’acustico e alle musiche del pop moderno, nella versione che preferite. Eseguite da musicisti dal vivo e con il giusto abito saranno meravigliose.

Abito corto: non solo rock!

L’abito corto è una scelta adatta alle spose che hanno voglia di sentirsi più moderne che mai, senza rinunciare a mostrare una parte spesso nascosta nei look più tradizionali: le gambe. Le soluzioni più trendy lo propongono con una gonna sì corta, ma accompagnata da uno strascico.

Quest’ultima è una versione che presenta certamente un animo rock ed è perfetta anche per i momenti più emozionanti, come quelli di una dichiarazione fatta con sottofondo una chitarra. Per poi tornare a scatenarsi sulle note swing o folk subito dopo, naturalmente. Il matrimonio non è forse come la musica, denso di suoni e sfumature tutti da armonizzare in maniera personale?