Nel Quadrilatero della moda di Milano dal 25 maggio al 9 giugno si può scoprire una mostra open air, Huawei Fashion Flair, che con le foto di Marco Imperatore racconta il progetto sperimentale lanciato da Huawei lo scorso 9 maggio

FASHION FLAIR, il progetto sperimentale di Huawei lanciato lo scorso 9 maggio, invade le strade del capoluogo lombardo con alcune iniziative che permetteranno ai passanti di scoprire la prima collezione di moda al mondo co-creata dall’Intelligenza Artificiale di uno smartphone HUAWEI della serie HUAWEI P30 e dall’estro creativo di Anna Yang, Creative Director del brand ANNAKIKI.

ANNAKIKI for Huawei non poteva mancare nel Quadrilatero della moda milanese: grazie alla collaborazione con MonteNapoleone District per due settimane, dal 25 maggio al 9 giugno, una mostra fotografica open air, patrocinata dal Comune di Milano, racconterà FASHION FLAIR attraverso gli scatti realizzati con HUAWEI P30 e HUAWEI P30 Pro da Marco Imperatore, giovane fotografo scelto da Vogue Italia che ha curato la campagna pubblicitaria. Le fotografie dell’artista celebreranno i capi più iconici della prima collezione al mondo co-creata dall’Intelligenza Artificiale e l’estro di Anna Yang. La mostra è anche interattiva. Infatti, inquadrando il QR Code posizionato su ogni fotografia, sarà possibile accedere ai video del backstage realizzati durante lo scatto.

Con FASHION FLAIR si riconferma, ancora una volta, lo spirito pionieristico di Huawei che ha addestrato l’intelligenza artificiale di HUAWEI P30 Pro con decine di migliaia di immagini di abiti e sfilate degli ultimi 100 anni. Impostando i paramenti di base per la realizzazione di un abito come colore, lunghezza, forma e texture, oggi l’Intelligenza Artificiale di HUAWEI P30 Pro è in grado di proporre e creare abiti diventando così un ulteriore spunto creativo per la designer. Inoltre, Anna Yang ha scelto di trarre ispirazione anche dalla gamma colore dei device della famiglia HUAWEI P30: i quattro modelli più rappresentativi della collezione, infatti, richiamano i cangianti colori dei nuovi prodotti Huawei: Amber Sunrise, Breathing Crystal, Aurora e Black.

Il progetto rappresenta un nuovo capitolo di “Humanly Possible”, un’emozionante narrazione in cui i desideri, i sogni e le necessità degli uomini sono al centro e la tecnologia ne è l’abilitatore. Perché progresso è, innanzitutto, rendere umanamente possibile l’impossibile.

Siamo entusiasti della collaborazione con Huawei ad un progetto sperimentale che apre nuove frontiere alla creatività nella moda” afferma Guglielmo Miani, presidente di MonteNapoleone District. “A livello internazionale ci viene riconosciuta la capacità di ideare eventi e format innovativi che vengono ora esportati in Italia e all’estero. E’ una grande soddisfazione aver creato un distretto unico al mondo che tutti ci invidiano. In molti paesi ambiscono ad avere un quadrilatero della moda, mi lusinga ad esempio l’idea che anche a Montecarlo si stia prendendo spunto da MonteNapoleone District per il futuro del retail nel Principato”.