Durante la settimana della moda uomo 2019 lo stilista Andrea Grosso presenta la sua nuova collezione con un esclusivo fashion mob a Milano

Milano moda uomo 2019: il fashion mob dello stilista Andrea Grosso“Presentare la nuova collezione al pubblico attraverso il primo Fashion Mob, nasce dalla necessità di voler veicolare un messaggio di inclusività e partecipazione in un ambiente che a volte non lascia spazio ai talenti emergenti, che ha bisogno di nuove leve di comunicazione. Per questo ho immaginato un’azione dirompente e fuori dagli schemi che potesse perfettamente incarnare il concept della collezione DCMPSD: uno show che si compone e prende vita in pochi minuti, per poi scomporsi e tornare allo stadio originario”. Sono queste le parole dello stilista Andrea Grosso, originario di Torino, che nel dicembre del 2018 decide di lanciarsi in un progetto ambizioso che si chiama Age of Sirius. Il brand riflette a pieno la determinazione e la lungimiranza di una personalità così impattante come quella di Andrea: una lungimiranza che per un po’ lo porta lontano, fino in Colombia dove apprende da autodidatta le tecniche della tradizione colombiana nella lavorazione dei tessuti con fibre naturali e quelle di colorazione attraverso processi naturali tradizionali.

Ed è proprio lì che arriva l’intuizione o meglio collezione, realizzata con degli spettacolari tessuti a telaio proprio in loco. L’idea che emerge da Decomposed – questo il nome scelto dallo stilista – è particolare, fatta di tanti tasselli sparsi nel mondo che Andrea Grosso ha voluto riunire provando – con successo – a far combaciare: i tessuti raggiungono infatti ben sette città nel mondo, per essere personalizzati e lavorati dai sette designer partner del progetto, di seguito elencati:

A new Cross, Colombia

Daniel Nysrom, Sweden

Bruno Bordese, Italy

R&S Records, Belgium

Oxana Cowen, Kazakistan

Hamcus, China

Marc Point, Italy

Tobias Birk Nielsen, Denmark. 

Ma la voglia di stupire e di stupirsi non si ferma, è inarrestabile proprio come il genio creative dello stilista che ha recentemente dato vita a qualcosa di unico, mai visto prima nel mondo della moda.

Durante la Fashion Week milanese, Andrea Grosso ha scelto un giorno e ha lasciato la sua impronta, come un timbro con dell’inchiostro fresco su un foglio bianco.

Sabato 15 giugno 2019 in Piazza VI Febbraio, uno dei punti di riferimento della Settimana Della Moda Uomo a Milano, nel tardo pomeriggio un tappeto lungo 10 metri è stato improvvisamente srotolato in strada sotto gli sguardi sorpresi di chi si è trovato lì per caso. Alcuni figuranti si sono distribuiti lungo tutto il perimetro del tappeto creando l’immaginario classico di una sfilata. Nel backstage lo stilista ha preparato in strada i modelli, che hanno sfilato con le creazioni della nuova collezione. Al termine dello show tutti i partecipanti hanno preso direzioni diverse, il tappeto riarrotolato, l’istallazione scomposta.

Un Fashion Mob che ha sicuramente attirato l’attenzione dei più curiosi e dei passanti che si sono concessi un attimo e hanno assistito a questa sfilata lampo dal forte impatto mediatico e che ha fatto Il giro dei social. Un’azione non convenzionale e che ha l’obiettivo di distaccarsi dai canoni imposti dalla moda. Non si è svolta in uno showroom né tantomeno per strada la sfilata attraverso la quale Andrea Grosso ha presentato Decomposed (DCMPSD) che si ispira al concetto del comporre e dello scomporre.

Andrea Grosso sarà presente a Parigi dal 20 al 26 giugno 2019 dove esporrà la sua collezione e noi non possiamo che fargli davvero un grande in bocca al lupo.