Debutto sulle passerelle milanesi della Fashion Week del nuovo art director della maison Gucci, Alessandro Michele, con una collezione Donna Autunno/Inverno 2015-16 senza dubbio genderless, all’insegna della creatività, del colore e del mix&match.

Gucci Milano Fashion Week

Alla Fashion week di Milano è andata in scena la prima collezione Donna del nuovo art director della maison Gucci, Alessandro Michele, ex braccio destro della uscente Frida Giannini.

Sicuramente per lo stile della maison Gucci inizia una nuova era fatta di colore, di creatività, di cambiamento e di portabilità, senza più preconcetti o legami con il passato! E questo emerge già dall’allestimento della passerella contornata da pareti rosse con piastrelle bianche e nere e al centro della quale si staglia una piramide a gradoni su cui sfilano le modelle.

La donna Gucci per il prossimo autunno/inverno 2015-16, come già l’uomo nelle sfilate di Gennaio, è cosmopolita, cittadina del mondo, il cui stile si ritrova nelle fantasie e nei tagli degli abiti, morbidi, a volte orientaleggianti; gonne mai al di sopra del ginocchio e scarpe rigorosamente basse, per una moda all’insegna della portabilità e della comodità.

FW Milano Gucci 1 donna AI 2015-16 Gucci 2 Milano Fashion Week donna 2015-16

Una collezione senza dubbio genderless, come testimoniano i tagli puliti e dritti dei tailleur pantalone, delle giacche e dei cappotti proposti, ma allo stesso romantica e melanconica grazie alle fantasie floreali, ai pizzi e ai colori scelti che variano dai toni del rosso e dell’arancio, ai rosa (proposti anche nei capelli di due modelle), ai grigi fino ad arrivare al nero, il tutto all’insegna del mix&match più estremo, in cui sembrano quasi mescolarsi stili ed epoche diverse, dell’intercambiabilità e degli accostamenti di colore più audaci.

FW Milano Gucci 3 donna AI 2015-16

sfilate-milano-fashion-week-2015 gucci

Anche l’idea di sexiness lanciata da Tom Ford è ormai sepolta, perché il nude look targato Alessandro Michele è all’insegna del total nude, fatto di audaci trasparenze sicuramente importabili al di fuori della passerella, quasi a voler dire che la sua donna dall’aspetto austero e androgino, senza trucco e con i capelli spettinati, ha in realtà un’anima vulnerabile.

Autunno inverno 2015-16 gucci