Mia Martini - Io sono MiaAbbiamo avuto il privilegio di assistere, giovedì 10 gennaio, presso Anteo Spazio Cinema a Milano, ad una emozionante anteprima del film MIA MARTINI – IO SONO MIA che sarà nelle sale italiane solo il 14, 15 e 16 gennaio per poi approdare in prima serata su RAI1 a febbraio.

La pellicola, prodotta da ELISEO FICTION di Luca Barbareschi, in collaborazione con RAI FICTION e distribuita da NEXO DIGITAL è stata diretta magistralmente dal regista RICCARDO DONNA ed interpretata in maniera commovente da una SERENA ROSSI in stato di grazia, capace di restituire al pubblico l’anima di MIA MARTINI.

MIA MARTINI, un’artista dalla voce unica che ha saputo come pochi altri esprimere lo spirito del tempo in cui è vissuta e addirittura anticiparne il corso, con un’esperienza umana costellata da grandi successi professionali e da un privato denso di emozioni, sempre sul baratro di crisi esistenziali.

Questo film racconta la sua storia, la storia di un’artista la cui consacrazione arriva nel 1972 con il brano PICCOLO UOMO che vince il FESTIVALBAR e che l’anno dopo bissa con MINUETTO, che resterà in assoluto il suo 45 giri più venduto. Racconta la storia di una cantante eccezionale che nel 1974 ottiene dalla critica europea il prestigioso titolo di cantante dell’anno, i suoi dischi escono in vari paesi del mondo, registra i suoi successi in francese, tedesco e spagnolo riuscendo a ottenere enorme successo, in Francia viene addirittura paragonata a Edith Piaf e ha l’onore di cantare con Charles Aznavour. Racconta di una vita intensa, di una personalità sincera e autentica che non si è abbassata a compromessi e ha saputo, con una dignità esemplare, sopportare pregiudizi emarginanti che hanno portato la sua vita a deviare dal proprio corso, pagando in prima persona e duramente le scelte personali e professionali.

La pellicola si apre a San Remo’89, l’anno del ritorno di MIA MARTINI al Festival, l’anno della sua riscossa.

Vediamo MIA (Serena Rossi) percorrere i corridoi che portano al palco del teatro Ariston, palco dal quale canterà la sua nuova canzone ALMENO TU NELL’UNIVERSO, e sarà un successo di pubblico e di critica.

Vediamo MIMI’, per tutti quelli che la conoscono e che le vogliono bene, raccontarsi in una intervista a cuore aperto con Sandra ( Lucia Mascino) una giornalista che in realtà avrebbe voluto intervistare Ray  Charles e che la considera solo un ripiego, ripercorrendo la propria vita,  dagli inizi bohemien,  al tormentato rapporto col padre, che la ostacola fino a farla soffrire pur amandola immensamente, alla storia d’amore contrastata più importante della sua vita da cui verrà travolta e segnerà il suo destino sentimentale, fino al buio che la avvolgerà a causa del marchio infamante di iettatrice che le cuciranno addosso e che condizionerà la sua carriera in modo  determinante, fino alla nuova vita più tranquilla e ancora ricca di successo.

IO SONO MIA è la narrazione della storia di una personalità complessa, di un’artista unica dotata di una voce inimitabile ed inconfondibile, la storia di una donna intensa, sensibile e appassionata che ha amato la musica, l’amore, la vita con tutto il suo essere.

Durante la proiezione del film si percepiva in sala una partecipazione ed una commozione che hanno avuto poi il loro apice nel corso della conferenza stampa che è seguita. Sia il produttore Luca Barbareschi, il regista Riccardo Donna, la protagonista Serena Rossi, la direttrice di Rai Fiction Eleonora Andreatta, la sceneggiatrice Monica Rametta e Loredana Bertè erano tutti visibilmente emozionati nel raccontarci la storia del film e la sua gestazione.  Quello che interessava a tutti quelli che hanno contribuito in un modo o nell’altro alla realizzazione di questa pellicola non era la fedeltà storica alla vita di Mimi’ ma l’anima della cantante, questo è stato possibile grazie all’eccelsa interpretazione di Serena Rossi, che si è calata con eleganza e umanità nel personaggio, non imitando Mimi’ ma dandole se stessa, cantando anche tutte le canzoni presenti nel film. Rigore storico, invece, vi è stato per rappresentare un’epoca, un mondo. Gli scenografi Conte e Pancone hanno ricostruito il Teatro Ariston di Sanremo, la Milano degli anni’80. Sono state rifatte grazie a Bepi Caroli, locandine, copertine dei dischi, servizi fotografici fedeli agli originali. Sono state create copie esatte degli abiti indossati da Mimì nei suoi spettacoli, Serena Rossi è stata sottoposta a lunghe sedute di trucco e capelli per ricreare tutti i look di MIA MARTINI. Mattia Donna con la Femme Piege ha suonato, arrangiato e inciso tutti i brani usando apparecchiature analogiche per ricreare il suono dell’epoca però con uno stile attuale. Un lavoro lungo e meticoloso per rendere la complessità di una vita e omaggiare con un tributo una donna che ha vissuto con dolore, per darle finalmente un riscatto.

Correte al cinema il 14, 15 e 16 gennaio, MIA MARTINI – IO SONO MIA vi aspetta, vi aspetta questa donna integerrima e coraggiosa, vi commuoverete ne siamo certi