Se provaste a chiedere a un appassionato di fitness se si bruciano più calorie facendo una corsa lunga piuttosto che giocando ai videogiochi, la risposta sarebbe piuttosto facile e anche evidente. In realtà, però, sul blog del casinò online Betway viene analizzato un rapporto, quello tra attività fisica e videogiochi, che non è per nulla così agli antipodi come potrebbe apparire in un primo momento.

In realtà, sul blog L’insider, sono stati considerati e analizzati ben sette videogiochi, quelli che hanno ottenuto il maggior successo nel corso degli ultimi anni. Ebbene, da questi sette titoli sono state fatte analisi per capire quale rappresenta il videogioco di maggiore efficacia per bruciare  calorie, ma anche per aumentare la frequenza dei battiti cardiaci.

Fornite è il videogioco che fa bruciare più calorie

Volete associare il divertimento legato a un videogioco con la possibilità di fare una sorta di allenamento leggero? Allora il titolo più consigliato da questo punto di vista è, senza ombra di dubbio, Fortnite. Si tratta di un videogioco famoso in tutto il mondo: secondo questo esperimento, si tratta anche del titolo che più ogni altro permette di bruciare calorie.

Infatti, stando a quanto emerso dai dati risultati dai vari test, Fortnite rappresenta un’ottima soluzione quando si ha intenzione di rimettersi la coscienza a posto dopo aver consumato un po’ troppi snack durante la giornata. Infatti, i vari gamer che si sono cimentati con un’ora e mezza ciascuno di Fortnite, hanno consumato in media qualcosa come 194 calorie.

Nulla da fare per altri titoli “in gara”, dal momento che Fortnite ha sopravanzato in questa particolare classifica dei videogiochi altrettanto famosi e apprezzati a livello mondiale, come ad esempio FIFA e Call of Duty. Nel caso del titolo di simulazione calcistica ormai più amato da giocatori di ogni parte del pianeta, le calorie che si riescono a bruciare nel giro di 90 minuti davanti allo schermo ammontano a 189. Poco di più rispetto alle calorie, 188, che si bruciano per giocare un’ora e mezza a COD, che si classifica sul gradino più basso del podio in questa particolare classifica.

In realtà, il settimo titolo, ovvero l’ultimo in questa graduatoria, non ha raggiunto livelli così insoddisfacenti in termini di calorie bruciate. Stiamo facendo riferimento a Grand Theft Auto V: nonostante sia il titolo che ha fatto bruciare meno calorie ai vari gamer che si sono prestati a questo esperimento, in realtà ha fatto pur sempre segnare dei dati molto interessanti. Nell’ora e mezza di gioco, infatti, sono state bruciate 164 calorie, che corrispondono pur sempre a un blando allenamento. Sempre meglio di niente, direte voi.

I videogiochi che stimolano i battiti cardiaci

Ci sono dei titoli che, per loro caratteristiche intrinseche, portano spesso e volentieri i giocatori ad affrontare delle situazioni in cui lo stress e il pathos cresce in maniera inevitabile. Basti pensare a una pericolosa missione, a cui si è arrivati all’ultimo step e per cui si è in ballo già da diversi giorni. Oppure ad un’altra missione dove si è sopravvissuti per un pelo o, ancora, ad una gara finale dopo aver disputato un torneo da sfavoriti.

Insomma, si tratta di situazioni che provocano una certa emozione. Anche in riferimento a questo dato Fortnite non ha eguali. In 90 minuti di gioco, infatti, è stato registrato un aumento pari a 89 battiti per minuto in media. Invece, dando uno sguardo a quello meno impattante sotto questo aspetto, è facile dire il nome di Minecraft. In questo caso, si tratta di un titolo che, al contrario, porta a rilassarsi e a rallentare i battiti cardiaci.